12 maggio 2003 ore: 15:23
Non profit

Riforma della leva: per Aon ''schizofrenico'' l'atteggiamento dei Ministri Giovanardi e Martino

ROMA - "Finalmente il fumo agitato intorno alla legge di riforma della leva comincia a diradarsi facendo emergere alcune verità scomode, come la difficoltà di trovare i volontari necessari per raggiungere la cifra spropositata di 190mila uomini per le forze armate, con la possibilità, mancato l’obiettivo, di tornare a reclutare giovani di leva”. E’ quanto ha dichiarato oggi Massimo Paolicelli, Presidente dell’Associazione Obiettori Nonviolenti.
“Unica alternativa all’ipotesi di ripristinare la leva – prosegue Paolicelli - è quella di gettare dalla finestra tanti soldi dei contribuenti per rendere appetibile ai giovani, una professione che non lo è affatto. Oggi però si raggiunge la schizofrenia assoluta di due rappresentanti dello stesso Governo che con il Ministro Martino annuncia addirittura l’anticipo del congelamento della leva, e con il Ministro Giovanardi, che si butta con le mani avanti, dichiara che se non si raggiungono gli obiettivi prefissati si potrebbe tornare a riparlare di leva”.
Secondo il presidente di Aon il provvedimento approvato dal Consiglio dei Ministri che anticipare la fine della leva ha “solo fini elettoral-corporativi”.
© Copyright Redattore Sociale