28 agosto 2019 ore: 17:47
Società

Servizio civile, Anpas denuncia: "Oltre 14 mila giovani non avranno opportunità"

Critiche le pubbliche assistenze: "La riduzione di risorse per le politiche giovanili disinvestimento sul futuro"
Servizio civile universale, giovani uniscono mani - SITO NUOVO

ROMA - "Sono circa 14.000 i giovani che non avranno l’opportunità di partecipare a progetti di Servizio Civile. Sono state smarrite circa 14.000 opportunità di poter offrire, ad altrettanti giovani, di vivere un’esperienza che contribuisca alla loro crescita umana, professionale e soprattutto come cittadini attivi, attenti al territorio ed alla società in cui vivono". Anpas, l'Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, denuncia il taglio dei posti al Servizio Civile, dopo la pubblicazione dell’elenco dei progetti che saranno inseriti nel prossimo Bando volontari  in uscita ad inizio settembre, che prevede il finanziamento di 3.735 progetti di servizio civile universale, con l’impiego di 39.181 operatori volontari. 

"Sono ben oltre 14.000 le opportunità che la nostra società ha smarrito rinunciando al contributo che oggi, quei giovani potrebbero dare svolgendo servizi utili alla società tutta e soprattutto che potrebbero offrire, nel futuro, come persone consapevoli dei bisogni, educate alla pace ed alla solidarietà sociale", prosegue Anpas.

L'organizzazione chiede massima attenzione sul tema. "La riduzione di risorse per le politiche giovanili è certamente un disinvestimento sul futuro. In un momento storico in cui la fragilità occupazionale e di sviluppo degli strumenti per l’autonomia dei giovani è così spiccata, il mancato sostegno può essere cruciale. Occorre porre rimedio a questa grave perdita, provvedendo ad un nuovo finanziamento del Servizio Civile che consenta quantomeno il mantenimento del numeri di giovani impegnati nel Servizio Civile nell'anno passato e che ne permetta la costante crescita nel futuro".

© Copyright Redattore Sociale