8 novembre 2019 ore: 11:00
Immigrazione

"Tutto inizia con una telefonata": il racconto di chi seppellisce i migranti morti in mare

di Alice Facchini
Si chiama Daniele Bonvento e a Pozzallo si occupa dei funerali dei migranti che hanno perso la vita nel Mediterraneo. “È un lavoro durissimo: le salme sono in condizioni disastrose, il compenso è basso e il Comune ci paga con enorme ritardo. In più i cimiteri sono sovraffollati e per trovare posto dobbiamo girare per tutta la provincia"
Per poter accedere a questo contenuto devi avere un abbonamento attivo a Redattore sociale