/ Disabilità
23 aprile 2018 ore: 16:42
Giustizia

Carcere, il Pd: "Esaminare la riforma dell'ordinamento penitenziario"

Dal Partito democratico arriva la richiesta di esaminare in commissione Speciale i decreti attuativi della riforma dell'ordinamento penitenziario nonostante il "blocco" imposto nei lavori parlamentari. I capigruppo Boccia e Pittella: "Sì all'appello del presidente della Camera Fico"

Il Pd chiede di esaminare in commissione Speciale i decreti attuativi della riforma dell'ordinamento penitenziario nonostante il "blocco" imposto da Lega e M5s. Lo dicono i capigruppo del Pd nelle commissioni Speciali di Camera e Senato, Francesco Boccia e Gianni Pittella. C'e' un appello "importante del presidente della Camera Roberto Fico, e' giusto che le forze politiche lo accolgano", sottolinea Boccia.

Il tentativo della Lega, aggiunge Pittella, e' di "insabbiare questi decreti, impedire alle commissioni speciali di esaminarli per affossare la riforma del ministro Orlando". Questi decreti "sono importanti perche' migliorano la vita all'interno dei penitenziari e garantiscono quei diritti che i detenuti devono godere benche' stiano espiando una pena, e' giusto che vivano in condizioni dignitose. Il fine della pena e' quello di reinserire nella societa' una persona che si e' ricreduta e torna a dare un contributo positivo alla sua comunita'", conclude Pittella.

"Mi associo -  dice Chiara Braga, deputata del Partito Democratico - alla richiesta dei nostri capigruppo Francesco Boccia e Gianni Pittella, affinche' le Commissioni speciali di Camera e Senato possano esaminare i due Decreti attuativi sulla riforma dell'ordinamento penitenziario approvati dal Governo, evitando che scadano nel prossimo mese di agosto. Il Presidente della Camera Roberto Fico ha chiesto alle forze politiche in Parlamento una riflessione sull'opportunita' di inserire i due decreti nel calendario dei lavori delle commissioni speciali; chiediamo che le altre forze politiche abbandonino la demagogia e consentano di arrivare in fondo a un provvedimento atteso da anni. Quella del sistema penitenziario e' una riforma equilibrata, costruita in modo condiviso e apprezzata da tutti i soggetti coinvolti. Chi parla di provvedimento 'svuota-carceri' o non conosce i contenuti della riforma o e' palesemente in malafede. Penso che il Parlamento possa dare su questo tema un segnale importante e di responsabilita'". (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale