21 marzo 2018 ore: 14:21
Disabilità

Inps e Fand uniscono le forze per migliorare le tutele delle persone con disabilità

Una delegazione della Fand, insieme al presidente Bettoni, ha incontrato il Consiglio di indirizzo e vigilanza dell’Istituto. Tra i temi affrontati, il sistema di accertamento dell’invalidità e di riconoscimento delle prestazioni. Ora si istituirà un tavolo di collaborazione
Disabilità: piedi su pedana di una carrozzina

ROMA – Migliorare le tutele per le persone con disabilità, a partire dal sistema di accertamento dell'invalidità e di riconoscimento delle relativa prestazioni: è lo scopo della sinergia nascente tra Inps e Fand, a seguito dell'incontro che si è svolto ieri, martedì 20 marzo, presso la sede centrale dell'Istituto. Intorno al tavolo, una delegazione della Fand, guidata dal presidente nazionale Franco Bettoni, e i componenti del Consiglio di indirizzo e vigilanza dell’Istituto. 

Numerose le questioni affrontate in materia di accertamento dell’invalidità civile, cecità, sordità, handicap e disabilità, di sistemi valutativi medico-legali, di revisione delle prestazioni economiche e dell’indennità di accompagnamento. Si è parlato di non autosufficienza e del ruolo delle associazioni di categoria nella fase dell’accertamento e nelle Commissioni di valutazione medico-legale. 

Si è quindi deciso di istituire un Tavolo di collaborazione, con incontri periodici e scambio di valutazioni e proposte. “Questa apertura significativa verso le associazioni dei disabili da parte di un organismo cui è affidato il compito di dettare gli indirizzi programmatici nelle materie previdenziali ed assistenziali di competenza dell'Inps – commenta Fand - può essere la base per garantire diritti e tutele adeguate a tutte le persone con disabilità”.

© Copyright Redattore Sociale