16 agosto 2016 ore: 11:03
Disabilità

Abruzzo, 60 nuovi posti letto per anziani non autosufficienti

L'assessore Paolucci: necessario prevederne un aumento consistente di posti per centrare l'obiettivo di fabbisogno, stimato in 2.708 posti letto
Non autosufficienza, anziani, servizi, caregiver

Roma - Una dotazione complessiva di 60 nuovi posti letto da destinare a Residenza Protetta per Anziani non autosufficienti, e' stata autorizzata dalla struttura commissariale alla sanita' nei presidi di Atessa, Casoli e Gissi. Il relativo decreto e' gia' stato predisposto e nei prossimi giorni sara' notificato alla Asl Lanciano-Vasto-Chieti per i successivi adempimenti. Saranno attivati 20 posti letto in ciascuna struttura, prevedendo anche la riconversione di alcuni presidi per garantire la copertura dei fabbisogni rimasti insoddisfatti.

"La carenza di residenze per l'assistenza di anziani non autosufficienti- sottolinea l'assessore alla programmazione sanitaria Silvio Paolucci- rappresenta uno degli aspetti su cui si sta concentrando la nostra azione di governo. In Abruzzo, infatti, a oggi la dotazione di posti letto dedicati e' pari a 5.56 ogni 1000 abitanti, a fronte di un valore minimo di riferimento dei Lea (i livelli essenziali di assistenza) che e' di 10. Di qui la necessita' di prevederne un aumento consistente, per centrare l'obiettivo di fabbisogno, stimato in 2708 posti letto". I 60 posti previsti ad Atessa, Casoli e Gissi, si vanno ad aggiungere agli altri 20 gia' attivati a Guardiagrele. "Per il momento - continua Paolucci - ci stiamo occupando delle strutture pubbliche, mentre successivamente saranno valutate le proposte presentate dai privati e gia' trasmesse alle Asl della nostra regione, cosi' da soddisfare interamente il fabbisogno registrato sul territorio abruzzese". (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale