17 dicembre 2015 ore: 14:23
Giustizia

Carcere, a Sollicciano laboratorio di scrittura per detenuti ed esterni

Nell’istituto penitenziario fiorentino un corso promosso da Arci che intende favorire le capacità di scrittura dei reclusi e avvicinare il carcere alla società esterna
Carcere di Sollicciano - targa

FIRENZE – Al via nel carcere fiorentino di Sollicciano un laboratorio di scrittura per detenuti ed esterni. Un corso pensato per integrare il mondo del carcere e quello esterno e favorire allo stesso tempo le capacità di scrittura dei reclusi. Inizierà il 26 gennaio e si articolerà in venti incontri coordinati dalla scrittrice fiorentina Monica Sarsini e promosso dall’Arci di Firenze.

- Dopo diverse edizioni di successo realizzate nella sezione femminile del penitenziario fiorentino, che hanno portato alla pubblicazione di due volumi di racconti, vincitori anche di numerosi riconoscimenti, il laboratorio si apre anche alla sezione maschile, con una significativa novità. “Non sarà rivolto solo ai detenuti ma accoglierà anche iscritti dall’esterno, diventando così, oltre ad essere occasione di formazione, anche un’opportunità straordinaria per entrare in relazione con il mondo esterno in maniera positiva e propositiva, senza barriere.” Queste le parole di Monica Sarsini, animatrice del laboratorio.

Il laboratorio ha già circa quindici detenuti iscritti e fino al 31 dicembre sono aperte le iscrizioni per gli aspiranti scrittori esterni alla struttura, per i quali sarà organizzato anche un incontro preparatorio per l’ingresso nel carcere che si terrà in data 21 gennaio 2016 alle ore 18:00 presso la sede dell'Arci, in piazza dei Ciompi 11 a Firenze. Per iscriversi è necessario inviare la scheda di partecipazione scaricabile sul sito di Arci Firenze e inviare copia del proprio documento d’identità all’indirizzo sociale@arcifirenze.it entro il 31 dicembre alle ore 9, così da garantire il rispetto dei tempi tecnici necessari per il rilascio dei lasciapassare. 

 

 

 

© Copyright Redattore Sociale