13 agosto 2020 ore: 10:34
Disabilità

Firenze, una quercia in memoria dei disabili vittime del Covid

A Diacceto, nel parco secolare che circonda il centro riabilitativo della Fondazione Oda, è stata piantata una quercia in memoria dei ragazzi disabili che nei mesi scorsi hanno perso la vita a causa della pandemia

FIRENZE - A Diacceto in provincia di Firenze, nel parco secolare che circonda il centro riabilitativo della Fondazione Oda, è stata piantata una quercia in memoria dei ragazzi disabili che nei mesi scorsi hanno perso la vita a causa della pandemia. A scoprire simbolicamente la targa che li ricorda e benedire la “quercia del ricordo”, l’Arcivescovo di Firenze, Card. Giuseppe Betori, che al termine della cerimonia si è intrattenuto con le famiglie per un momento di raccoglimento.


Il Cardinale, con questo incontro, ha voluto esprimere direttamente la propria vicinanza pastorale e umana ai familiari, agli assistiti, ai dipendenti e collaboratori. Alla cerimonia hanno partecipato anche il sindaco di Pelago Nicola Povoleri, il direttore sanitario della Usl Toscana Centro Emanuele Gori, i vertici della Fondazione Oda e i lavoratori del centro di Diacceto, che in questi mesi sono stati impegnati in prima linea nell’emergenza sanitaria.

 

Quello odierno è stato un incontro essenziale, con pochi invitati esterni e attenzione massima alle misure antiCovid: un modo semplice e partecipato per ricordare gli amici che non ce l’hanno fatta e che sono una parte indelebile e preziosa della storia del centro.

 

© Copyright Redattore Sociale