7 marzo 2015 ore: 12:41
Società

Il Quirinale celebra le donne, Mattarella: senza di voi, Italia più povera e ingiusta

"Senza le donne l'Italia sarebbe piu' povera e piu' ingiusta. Siete il volto prevalente della solidarieta'. Il volto della coesione sociale". Lo dice il presidente della Repubblica durante la cerimonia per l'8 marzo al Quirinale. L'omaggio delle istituzioni e la consegna delle onorificienze
Uguaglianza uomo donna

ROMA - "Senza le donne l'Italia sarebbe piu' povera e piu' ingiusta. Siete il volto prevalente della solidarieta'. Il volto della coesione sociale". Lo dice il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, durante la cerimonia per l'8 marzo al Quirinale. BOX

"Siete milioni di professioniste, di docenti, di casalinghe, di lavoratrici dipendenti, di imprenditrici, di disoccupate, di madri, di nonne e di ragazze. Donne consapevoli, che badano all'essenziale e a cio' che e' bello, spesso alla difficile ricerca di una compatibilita' tra il lavoro e la famiglia. Su di voi grava il peso maggiore della crisi economica".

Al Palazzo del Quirinale è stata celebrata la Giornata Internazionale della Donna dedicata quest'anno al tema "Donne per la Terra". La cerimonia, condotta da Sveva Sagramola e trasmessa in diretta da Rai Tre, e' stata aperta da un filmato realizzato da Rai Cultura cui hanno fatto seguito gli interventi del Ministro dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca, Stefania Giannini e del Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Gianluca Galletti. L'attrice Maria Letizia Gorga ha letto un brano tratto dal libro "La Religione della terra" dell'ambientalista keniota Wangari Maathai, sulle note della violoncellista Silvia Ancarani.

Il presidente della Repubblica ha quindi consegnato una targa al progetto "Libera scuola di cucina" promossa dalla Casa Circondariale di San Vittore (Milano), "per l'attivo coinvolgimento della comunita' locale, per la creazione di uno spazio formativo permanente, per l'acquisizione di professionalita' spendibili nella fase post detentiva". Tre onorificenze dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana sono state assegnate a: Anna Ducato (detta Daniela) (Cavaliere) - Per aver offerto testimonianza, con la sua attivita' di trasformazione degli scarti in innovativi materiali edilizi, di come l'impegno imprenditoriale possa essere d'ausilio alla causa della tutela ambientale. Nadia Pinardi (Commendatore) - Per il suo contributo scientifico, testimoniato anche da numerosi riconoscimenti internazionali, in campi strategici per uno sviluppo sostenibile quali l'oceanografia e la climatologia. Claudia Sorlini (Commendatore) - Per l'impegno profuso nella divulgazione della tematica ambientale e nella diffusione delle scienze agrarie anche nell'ambito della cooperazione internazionale.

Terminata la consegna dei riconoscimenti il Capo dello Stato ha pronunciato il suo discorso. Erano presenti il Presidente del Senato della Repubblica, Pietro Grasso, la Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini, il Ministro per le Riforme Costituzionali e i Rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi, il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, il Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, Maria Anna Madia, il Giudice della Corte Costituzionale, Silvana Sciarra, rappresentanti delle istituzioni, della politica, della cultura e della societa' civile.

Nel corso della cerimonia la violoncellista Silvia Ancarani, della JuniOrchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, ha eseguito il preludio della Prima Suite in sol maggiore per violoncello di Johann Sebastian Bach e alcune giovani musiciste della JuniOrchestra, dirette dall'allieva Nil Venditti, hanno successivamente eseguito la Prima danza "Italiana" della Suite delle "Antiche arie e danze" di Ottorino Respighi.

In precedenza, nella Sala degli Specchi, il Ministro Giannini e il Presidente Mattarella avevano consegnato le pergamene e le medaglie ai vincitori dell'ottavo concorso nazionale per le scuole di ogni ordine e grado "Donne per le donne. Terra e' donna", promosso dal Ministero dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca. In occasione della Giornata Internazionale della Donna, come di consueto, la guardia d'Onore del Palazzo del Quirinale, nelle giornate del 7 e dell'8 marzo, sara' tutta al femminile.

"L'8 marzo non puo' essere solo una giornata celebrativa, ma l'occasione per fare un bilancio di cio' che e' stato fatto e cio' che c'e' ancora da fare per un miglioramento complessivo della condizione delle donne". dice il ministro del Lavoro Giuliano Poletti ricordando che "nella delega lavoro misure a favore delle donne". Per il ministro dell'Ambiente, Gianluca Galletti, "le donne hanno da sempre un rapporto speciale e primario con l'ambiente. Sono, dagli albori della civilta' umana, le custodi della terra". "Dati resi noti dall'Ocse due giorni fa rendono noto che le nostre quindicenni fanno piu' compiti e danno piu' importanza alla scuola e ai buoni voti dei loro colleghi maschi. Ma si sentono poco valorizzate, per questo perdono fiducia in se stesse, hanno scarsa autostima. Tutto questo incide sul loro rendimento e le rende timide nell'affrontare esperienze come l'alternanza scuola-lavoro". Lo ha detto Stefania Giannini, ministro dell'Istruzione, durante il suo intervento. (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news