21 maggio 2015 ore: 14:59
Società

Matrimoni gay, referendum storico in Irlanda: i Lego e il video per il sì

Il 22 maggio irlandesi chiamati a decidere se due persone “senza distinzione di sesso” possono sposarsi. Tappa storica in un paese in cui fino al 1993 l’omosessualità equivaleva a un reato. Uno spot invita: “Portate la vostra famiglia con voi”. E una fotografa ricorre ai famosi "mattoncini"
Debbie Hickey Yes to Equality – Lego Creations

Yes to Equality – Lego Creations. Foto di Debbie Hickey

Yes to Equality – Lego Creations. Foto di Debbie Hickey
Yes to Equality – Lego Creations 2

ROMA - “Papà vieni con me”. “Non mancherei per nulla al mondo”.  In questo botta e risposta fra un padre ed una figlia è concentrato tutto il senso dell’importanza alla partecipazione al referendum costituzionale che domani 22 maggio 2015, chiamerà gli irlandesi a decidere sul fatto che due persone “senza distinzione di sesso” possano sposarsi. Tappa storica in un paese a maggioranza cattolica in cui fino al 1993 l’omosessualità equivaleva a un reato. Il referendum, arrivato dopo il riconoscimento delle unioni civili del 2010, è stato promosso dal governo di coalizione in carica dal 2011 che comprende il partito di centrodestra Fine Gael e il partito laburista. Se vincessero i “sì” l’Irlanda farebbe da apripista, perché sarebbe il primo paese al mondo ad equiparare matrimonio etero ed omosessuale.

Favorevoli o contrari ma tutti coinvolti. I mezzi di comunicazione internazionale danno per certa la vittoria dei “sì”, secondo gli ultimi sondaggi i due fronti si rincorrono, anche se quello dei “favorevoli” oscillerebbe tra il 53 e il 70 per cento, contro il 25 per cento dei “contrari” e il 17 per cento degli “indecisi”. Singoli politici, vescovi e organizzazioni religiose cristiane tra i principali oppositori, anche se sono intervenuti a favore del "sì" diversi sacerdoti e suore della chiesa cattolica. Se da una parte stanno diventando sempre più attivi coloro che invitano gli elettori a decidere di non approvare l’emendamento che renderà il matrimonio tra persone dello stesso sesso legale, sono moltissime le campagne a favore. 

“Portate la vostra famiglia con voi”. Ha raggiunto più di 400 mila persone solo su youtube lo spot realizzato dalla campagna a sostegno del sì “Bring your family with you” realizzato da  BeLonG To Youth Services, organizzazione nazionale per lesbiche, gay, bisessuali e transessuali (Lgbt). “Portate la vostra famiglia con voi” è lo slogan semplice e chiaro del video. L’invito, diretto soprattutto ai giovani, è quello di coinvolgere gli affetti, di chiedere a tutta la famiglia (padri, madri, nonne e zii) di essere partecipi ma anche protagonisti in questo importante passaggio storico “votando sì il 22 maggio possiamo cambiare per sempre il significato di crescere Lgbt in Irlanda”. Un coro di generazioni unite in un viaggio verso l’uguaglianza.  

Foto di Debbie Hickey
Yes to Equality – Lego Creations 3

Gandalf e James Joice votano sì. La battaglia per i diritti passa attraverso l’umorismo e così anche i personaggi della Lego sono scesi in campo per diventare i protagonisti di un’altra campagna "Yes to equality - Lego creations". A realizzarla è stata la fotografa Debbie Hickey per lo Studio Ten Media, sono piccoli ed originali poster creati ad hoc con l'intento di sfatare i numerosissimi luoghi comuni sull’omosessualità e raccontarli attraverso l’ironia. A dire il loro “sì” ci sono personaggi come Gandalf  o James Joice, c’è anche la bella addormentata, a cui la vittoria dei sì, darebbe la possibilità di decidere da chi farsi svegliare. Principe o principessa che sia. (slup)

© Copyright Redattore Sociale