2 novembre 2016 ore: 11:59
Società

Terremoto, Curcio: "200 mila case lesionate, lavoriamo ai container"

Lo conferma il Capo della Protezione civile Fabrizio Curcio, in un’intervista. "Gli sfollati che noi stiamo assistendo sono 22 mila. Piu’ di 6 mila sono sulla costa". Tra questi anche coloro che potrebbero rientrare nelle proprie case ma non lo fanno per la paura di nuove scosse
Terremoto, da villa Sant'antonio a Visso - Foto Carlo Pagliacci

- Roma - "Sono duecentomila gli edifici lesionati dal sisma". Lo ha detto il Capo della Protezione civile Fabrizio Curcio, in un’intervista a Radio Popolare. "Le procedure che sono state messe in campo fino ad oggi devono essere riviste per la portata di questo evento - ha aggiunto -. Stiamo organizzando una missione per dividere le case agibili da quelle lesionate per poi concentrarci su quelle con problemi. Per organizzare questo sistema ci vorranno ancora 24-48 ore. Gli sfollati che noi stiamo assistendo sono 22mila. Piu’ di 6mila sono sulla costa, gli altri nei centri allestiti dalle Protezioni civili regionali sui territori colpiti. Questi numeri comprendono anche coloro che potrebbero rientrare nelle proprie case ma non lo stanno facendo per la paura di nuove scosse. Stiamo lavorando per la costruzione di aree con i moduli abitativi, i container; non ci saranno le tendopoli. Ribadiamo pero’ il suggerimento di spostarsi sulla costa negli alberghi, anche se ci si allontana di qualche chilometro dalle proprie case". (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale