14 gennaio 2015 ore: 14:24
Giustizia

Tornano le "cene galeotte": quattro chef al fianco dei detenuti

Quattro gli appuntamenti (dal 27 marzo sino al 26 giugno) con cadenza mensile presso la Fortezza Medicea, con quattro grandi firme italiane della ristorazione: Roy Caceres, Filippo la Mantia, Alessandro dal Degan e Cristina Bowerman
Cene galeotte

ROMA - Da nove anni a questa parte si ripropone l'iniziativa di valenza sociale "Cene galeotte" che vede impegnata la Unicoop di Firenze con la collaborazione del ministero della Giustizia e della direzione della Casa di Reclusione di Volterra (Pi).  Questa manifestazione offre ai reclusi l'opportunità di lavorare come camerieri o cuochi a fianco di chef professionisti, che forniscono la loro esperienza gratuitamente. Un progetto all'insegna della solidarietà e del reintegro nella società dei detenuti. Unicoop infatti, oltre a fornire le materie prime necessarie alla realizzazione dei piatti, assume i detenuti retribuendoli regolarmente. Il ricavato delle serate è devoluto interamente alla Fondazione Il cuore si scioglie onlus per i propri progetti.

Quattro gli appuntamenti: da venerdì 27 marzo sino a venerdì 26 giugno 2015 con cadenza mensile presso la Fortezza Medicea, che ospita il penitenziario della regione.  La conduzione degli appuntamenti è affidata rispettivamente a quattro delle più grandi firme italiane della ristorazione: Roy Caceres (Metamorfosi) Filippo la Mantia (www.filippolamantia.com), Alessandro dal Degan (La Tana) e Cristina Bowerman (Glass Hostaria). Un'occasione dal profilo sociale e benefico, che coniuga i piaceri della tavola con il percorso formativo e la possibilità di sviluppare nuovi progetti umanitari. 

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news