25 novembre 2014 ore: 17:34
Salute

Violenza sulle donne, Saccardi: “40% risorse ai centri antiviolenza”

La vicepresidente della Regione Toscana porterà in giunta una delibera che destina il doppio delle risorse previste dal piano nazionale
Violenza sulle donne. Bocca cucita

FIRENZE – "La prossima settimana porteremo in Giunta una delibera che, prevede la destinazione del 40% delle risorse, quindi il doppio di quanto ipotizzato a livello nazionale, direttamente ai centri antiviolenza e alle case rifugio. Il restante 60% servirà per il funzionamento e la messa a regime delle reti territoriali già operanti che coinvolgono, oltre ai centri, Comuni, Asl, Forze dell'Ordine e Magistratura. A livello territoriale, infatti, sono ormai da qualche anno operativi protocolli di intervento che prevedono una integrazione tra i diversi servizi, con relativa attribuzione di compiti e responsabilità, e che debbono essere sostenuti anche finanziariamente per assicurarne il buon funzionamento e la professionalità degli operatori coinvolti". Così la vicepresidente della Regione Toscana nel giorno della giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

"Vorrei infine ricordare – ha concluso la vicepresidente – che la violenza sulle donne è un fatto essenzialmente culturale, oltre che un problema sanitario e sociale, in buona parte riconducibile allo stereotipo di genere. Alle risorse stanziate dal governo si possono sommare anche quelle che, annualmente, sulla base della legge regionale 16 del 2009 sulla cittadinanza di genere, vengono destinate alle Province per la lotta agli stereotipi, da effettuarsi anche e soprattutto con interventi diretti alle giovani generazioni attraverso la scuola".

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news