9 aprile 2015 ore: 12:53
Disabilità

Disabilità intellettiva, a Prato le gare di ginnastica ritmica degli "atleti speciali"

Sarà la città toscana ad ospitare dal 10 al 12 aprile il primo evento dei "Play the games" Special Olympics Italia, contenitore di 27 grandi manifestazioni che coinvolgeranno il paese da nord a sud

ROMA - Sarà Prato, dal 10 al 12 aprile, ad ospitare le gare di ginnastica ritmica, primo evento dei 'Play the games' Special Olympics Italia, il contenitore di 27 grandi manifestazioni che coinvolgeranno il Paese da nord a sud, avendo come sedi piccole e grandi città, in cui si riverseranno atleti, famiglie e volontari da tutta l'Italia: Torino, Preganziol, Formigine, Viterbo, Lodi, Arsago Serpio, Busto Arsizio, Santeramo in Colle, Rieti, San G. Lupatoto, Acquaviva delle Fonti, Genova, Gela, Melfi, Roma, Sabaudia, Busseto, Olbia e La Spezia, avranno l'onere di ospitare e mettere a disposizione strutture e disponibilità umane.

"Perché voi siete atleti unici, inimitabili, un esempio per tutti. Di abnegazione, di volontà, di determinazione, di entusiasmo. Trasmettete la forza di non mollare, di crederci, perché niente è precluso quando si affronta la vita con lo spirito giusto, quando le difficoltà e i problemi diventano un motivo per andare più forte, per far capire cosa sia la forza di volontà". Così il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha voluto salutare i 3500 atleti con disabilità intellettiva che parteciperanno alla carrellata di eventi. "Fare sport - continua Malagò - diventa una scommessa vinta per affermare la piena consapevolezza nei propri mezzi, per tagliare il traguardo della vita. Per essere campioni in pista e sui campi bisogna essere fuoriclasse nella quotidianità. Superare i limiti, andare oltre, saper accettare le delusioni come punto di partenza per costruire nuove vittorie. A nome personale, e del Comitato Olimpico Nazionale, rivolgo quindi il mio più sincero incoraggiamento a tutti gli atleti in gara. Partecipate con il sorriso, divertitevi. In fondo, partecipando, avete già vinto".

I 27 eventi in calendario incarnano e rafforzeranno lo spirito ed i valori del 'Play Unified', campagna di comunicazione lanciata a livello mondiale da Special Olympics, che pone l'accento sul gioco unificato e sull'importanza della condivisione di una passione comune. I Play The Games rappresentano un'ulteriore dimostrazione di come gli eventi Special Olympics arricchiscano tutti per il loro importante valore sociale e per la capacità di promuovere integrazione ed inclusione, al di là di ogni riconoscimento sportivo. 1968 ore di Sport per vivere un'esperienza unica, una grande emozione ed evidenziare, in modo sempre più incisivo, come lo sport rappresenti soprattutto lo strumento di inclusione sociale per eccellenza, in grado di abbattere ogni tipo di barriera. "Special Olympics - conclude il presidente del Coni - è un finestra sul mondo che ci aiuta a scorgere un orizzonte speciale, dove non esistono barriere, che va al di sopra di ogni pregiudizio. Combattere la discriminazione e valorizzare la diversità è una mission da onorare con convinzione, continuando a vivere queste giornate di festa con l'obiettivo di aiutare la collettività ad accogliere con gioia un modello che vive di luce propria, che veicola attraverso lo sport la voglia di esserci. E di contare, davvero". (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news