10 marzo 2014 ore: 16:18
Disabilità

Sul Cammino di Santiago in carrozzina, la sfida dei "rotellati"

Tre giovani milanesi dell'associazione "Rotellati" cercheranno di percorrere gli 800 chilometri del pellegrinaggio su speciali sedie a rotelle ad autospinta La partenza è prevista per aprile del 2015

MILANO - L'obiettivo è molto ambizioso: percorrere gli 800 chilometri del Cammino di Santiago sulla sedia a rotelle. Marco dell'Infante, atleta paralimpico, Luigi Resovi e Pierpaolo Scabbiolo si stanno allenando da mesi nella palestra della Canottieri Olona e lo faranno fino alla partenza, che dovrebbe avvenire nell'aprile del 2015. Questa mattina hanno presentato la loro impresa, annunciando anche che parteciperanno, il prossimo 6 Aprile, alla Milano Marathon. Marco, Luigi e Pierpaolo fanno parte dell'associazione Rotellati, nata "per permettere alle persone con disabilità di realizzare viaggi considerati impossibili a causa di barriere architettoniche o naturali", scrivono sul loro sito. Sul Cammino di Santiago utilizzeranno speciali carrozzelle ad autospinta. Il progetto ha il sostegno della Regione Lombardia, della Provincia e del Comune di Milano e di associazioni come Ledha, Podisti da Marte e H2 Dynamic Trainers. Per info: www.rotellati.it

© Copyright Redattore Sociale