18 aprile 2019 ore: 10:24
Società

Stiramento del seno, rituale lungo e doloroso per 4 milioni di ragazze

La stima dell'organizzazione tedesca Giz. Pratica diffusa soprattutto in Africa occidentale, ma registrata anche in Europa: in Camerun la diffusione maggiore. Il rituale, praticato in casa con l'uso di pietre o bastoni molto caldi, provoca infezioni, ascessi, malformazioni e il blocco della crescita del seno
stiramento al seno donne e bambini osservatorio diritti

Milioni di bambine nel mondo sono vittime dello stiramento del seno, o breast ironing, che mira a interrompere, appunto, la crescita del seno. Questa pratica è diffusa soprattutto in Africa occidentale, sebbene sia stata registrata anche in Europa. Si tratta di un rituale praticato in casa e che prevede l’uso di pietre o bastoni molto caldi utilizzati per stirare “stirare” il seno delle giovani. Il processo, estremamente doloroso, dura diverse settimane.

Le ragioni. Il motivo utilizzato per giustificare questa pratica è l’intenzione ditutelare le giovani da attenzioni maschili, molestie, stupri e gravidanze indesiderate. Ma secondo le Nazioni Unite si tratta di un vero e proprio crimine di cui sono vittime le donne.

I dati. Trattandosi di un rituale fatto normalmente in gran segreto da mamme e nonne delle bambine, non è semplice riuscire a stimare la reale portata di questo drammatico fenomeno. Ci ha provato l’organizzazione tedesca Giz, impegnata proprio nel contrasto al breast ironing, che parla di circa 4 milioni di ragazze vittime nel mondo. Ed è il Camerun il Paese dove il problema raggiunge la sua diffusione maggiore, con più di una donna su quattro sottoposta allo stiramento del seno. Sempre secondo Giz, i problemi causati più di frequente da questo rituale sono infezioni, ascessi, malformazioni e, naturalmente, blocco della crescita del seno.

In Gran Bretagna. Anche all’interno della comunità africana presente nel Regno Unito sono stati registrati diversi casi di breast ironing. Lo ha denunciato un’inchiesta del Guardian, che è riuscito a individuare casi di questo genere a Londra, Leeds, Essex e Walverhampton. Complessivamente, si stima che in Gran Bretagna potrebbero esserne state vittima circa 1.000 giovani donne. Il codice penale britannico non si occupa nello specifico di questa pratica, ma stando alle dichiarazioni fatte dal ministero degli Interni potrebbe essere trattata al pari di un abuso su minori.

Il racconto. La BBC ha raccolto la testimonianza di una donna dell’Africa occidentale, vittima di breast ironing quando aveva appena 10 anni. "Mia madre mi disse: ''Se non stiri i seni gli uomini verranno da te e incominceranno a fare sesso''. La pratica dura anche mesi e il dolore che provi non sparirà mai, te lo ricordi per sempre. Inoltre, mentre viene eseguito il breast ironing non è permesso piangere e gridare perché ciò significherebbe non essere una ragazza forte e le urla e le lacrime getterebbero dell'onta sulla famiglia".

L’articolo integrale di Daniele Bellocchio, "Stiramento del seno: una pratica che miete vittime in mezza Africa", può essere letto su Osservatorio Diritti.  

© Copyright Redattore Sociale