28 novembre 2018 ore: 18:11
Giustizia

Carcere, donati 5 mila libri alle biblioteche degli istituti marchigiani

Oltre cinquemila libri destinati al circuito bibliotecario degli istituti penitenziari delle Marche. L'intervento è stato promosso dal Garante regionale dei diritti Andrea Nobili che ha accolto la disponibilità della casa editrice "Italic Pequod" di Ancona per una significativa donazione di testi riguardanti narrativa, saggistica e poesia

ANCONA - Oltre cinquemila libri destinati al circuito bibliotecario degli istituti penitenziari delle Marche. L'intervento e' stato promosso dal Garante regionale dei diritti Andrea Nobili che ha accolto la disponibilita' della casa editrice 'Italic Pequod' di Ancona per una significativa donazione di testi riguardanti narrativa, saggistica e poesia. L'iniziativa e' stata presentata ufficialmente a Palazzo delle Marche insieme al presidente dell'Assemblea legislativa Antonio Mastrovincenzo, alcuni rappresentanti degli istituti penitenziari e da Andrea Giove per la casa editrice.

"Abbiamo recepito con entusiasmo la proposta convinti, come siamo, che la cultura possa contribuire in modo significativo alla risocializzazione dei detenuti- spiega in una nota Nobili-. Non dimentichiamo che il sistema bibliotecario carcerario delle Marche e' un'eccellenza a livello nazionale e va adeguatamente sostenuto". Il Garante ha anche annunciato ulteriori progetti che dovrebbero vedere la luce nei prossimi mesi. "Un gesto di grande solidarieta' che si inserisce nel quadro delle attivita' trattamentali- dice Mastrovincenzo-. Proprio per quanto riguarda le attivita' trattamentali a tutt'oggi, anche per problemi di carattere burocratico, la Regione non e' riuscita a fornire continuita' in relazione ai previsti finanziamenti. Non manchera' il nostro impegno affinche' nel bilancio preventivo 2019 sia previsto il giusto stanziamento di risorse". L'intera dotazione libraria sara' consegnata nei prossimi giorni in base alle disponibilita' logistiche degli stessi istituti. (DIRE)