10 maggio 2018 ore: 12:57
Disabilità

Mano robotica "Hannes", Poletti: sia a disposizione di chi ne ha bisogno

Il ministro alla presentazione del dispositivo: "Adesso il passo ulteriore che dobbiamo fare e' quello della produzione". Collaborazione tra IIT e Inail "ha un grande contenuto, scientifico e umano"
Hannes, mano robotica

ROMA - "Adesso il passo ulteriore che dobbiamo fare e' quello della produzione. Noi abbiamo lavorato affinche' Inail possa entrare nella costruzione di nuove start-up che mettano in produzione e diffondano i risultati del lavoro di ricerca. Perche' e' importante ottenere un brevetto e un risultato scientifico, ma lo e' altrettanto rendere lo strumento disponibile concretamente a chi ne ha bisogno. Questo e' un modo per assumersi la responsabilita' di cio' che viene realizzato". Lo ha detto il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, intervenendo oggi a Roma alla presentazione di 'Hannes', la mano protesica di derivazione robotica realizzata dal Centro protesi Inail insieme ai ricercatori dell'Istituto italiano di Tecnologia di Genova.

"La mano robotica e' stata realizzata dalla collaborazione di due istituti pubblici- ha proseguito Poletti- da una parte l'IIT e dall'altra Inail. Si tratta di una collaborazione che ha un grande contenuto, scientifico e umano: aiuta infatti le persone a ricostruire una condizione di vita migliore, affermando l'idea che e' giusto sostenere nel reddito le persone che hanno difficolta', ma tutti insieme bisogna lavorare per cambiarne la condizione". Secondo Poletti, infine, l'Italia e' un Paese che "nella storia e anche oggi ha dimostrato di avere grandissime eccellenze, ma spesso non le teniamo in giusta considerazione. Eppure l'Italia e' un Paese leder in molti campi. E questo, se vogliamo, e' un'ulteriore conferma". (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale