21 febbraio 2014 ore: 12:08
Società

10 libri sociali: le novità editoriali scelte da Redattore sociale

Nel n.134 della rubrica: microcredito, storia di una ragazza che diventò se stessa, radici della violenza maschile, droghe, politiche sanitarie, citizen journalism, lavoro, bambini lontani da casa e famiglie in difficoltà, chiesa, razzismi
10 libri sociali - 21/02/2014
ROMA – L'evoluzione del microcredito in Italia, la storia di una ragazza che diventò se stessa grazie a un pizzico di buona ironia, le radici della violenza maschile, droghe e politiche sanitarie, citizen journalism, lavoro, bambini lontani da casa e famiglie in difficoltà, chiesa e razzismi. Sono questi i temi scelti dal Centro documentazione di Redattore sociale per la rubrica "10 libri sociali'' arrivata al centotrentaquatteresimo numero.  
 
- “Diario di miss… Ione” di Barbara Tamborini e Alberto Pellai (Erickson, 2013), racconta in maniera profonda e leggera al tempo stesso, la storia di formazione di Ione, una vivace ragazzina di 12 anni, simpatica e solare che impara attraverso l’ironia e l’impegno ad amarsi per quello che è.
- “Nuovi bisogni finanziari” di Antonio Andreoni, Marco Sassatelli e Giulia Vichi (il Mulino, 2013), è una lettura ampia che consente di capire le motivazioni che hanno ostacolato lo sviluppo del microcredito in Italia, così come le ragioni del fallimento di molti di quei progetti intrapresi, nati senza un’adeguata analisi del mercato e dei costi-efficacia.
- “La stanza dei pesci” di Flora Tommaseo (Alphabeta Verlag, 2013) un romanzo di vita vera, dolorosamente vera, che l’autrice, attraverso l’alter ego di Matilde, racconta in forma di diario, in cui descrive un anno della sua esistenza, le emozioni, le frustrazioni, i fallimenti a cui è andata incontro tra rabbia, violenza e droga.
- “Uomini contro le donne?”di Sveva Magaraggia e Daniela Cherubini? (Utet Università, 2013), il testo affronta il tema della violenza di genere, puntando l’attenzione sull’universo maschile, per comprendere le ragioni che portano così tanti uomini ad esercitare soprusi contro le donne e trattarla non come disturbo psicologico individuale, bensì come elemento cruciale per comprendere le dinamiche della vita sociale contemporanea.
- “Il riformista che non c'è” di Ivan Cavicchi (Dedalo, 2013), affronta il tema delle politiche sanitarie italiane, mostrando le motivazioni che, secondo l’autore, hanno portato alla stasi e quasi al collasso del sistema sanitario nazionale.
- “Te la do io la notizia!” di Angelo Cimarosti (Mursia, 2013), introduce il fenomeno recente legato alla diffusione di nuove teconologie per diffondere notizie: il citizen journalism.
- “Il mercato senza lavoro” di Ferruccio Pelos (Edizioni Lavoro) descrive le regole, le norme e le tutele legate ai forti cambiamenti che il lavoro subordinato e parasubordinato ha dovuto subire nel corso degli anni fino ad oggi.
- “Bambini e famiglie in difficoltà” di Teresa Bertotti (Carocci, 2012), rappresenta un vero manuale per chi si occupa di servizi a tutela dell’infanzia, all’interno dei diversi scenari sociali come le nuove povertà, l’immigrazione.
- “Cercare un futuro lontano da casa” di Giancarlo Rigon e Giovanni Mengoli (Edb, 2013), presenta storie ed esperienze di ragazzi e ragazze stranieri minorenni e del loro “approdo” in Italia, troppo spesso affrontato in condizioni disumane.
- “La chiesa di tutti” di Valerio Gigante e Luca Kocci (Altra Economia, 2013), descrive le esperienze di una “chiesa altra”, lontana dai beni terreni e quanto mai vicina alle sfide e ai drammi della società contemporanea, su esempio di quella “Chiesa povera e dei poveri” tanto auspicata, prima di tutto, dal Vangelo.
 
- Leggi tutte le newsletter ''10 libri sociali''
- La rubrica è anche su twitter (#10LibriSociali) e facebook (#10LibriSociali)
 
© Copyright Redattore Sociale