16 ottobre 2001 ore: 16:39
Non profit

Marelli (Ong Italiane) sul rinvio del vertice: ''Fissate una data certa in tempi brevi''

ROMA - "Rinviare sine die il vertice FAO sull’alimentazione significa relegare all’economia e agli istituti finanziari le decisioni sul futuro del mondo. E’ inaccettabile". Lo dichiara Sergio Marelli, presidente dell’associazione ONG Italiane l’indomani dell’ennesimo slittamento del World Food Summit della FAO.
L’occasione della sua esternazione è stata la Tavola Rotonda organizzata dalla sua associazione proprio alla sede della FAO. “La sicurezza - aggiunge - è stato il motivo più importante e “ufficiale” di questo nuovo rinvio del vertice. Ma ci sono altre motivazioni, tra tutte: l’incapacità del governo italiano di assumersi, dopo tanti rimpalli per la scelta della città adatta, la responsabilità di questo incontro e la sua sicurezza”. Marelli lancia dunque un appello: “Vogliamo che il vertice sia fissato con data certa ed in tempi brevi”.(fl)
© Copyright Redattore Sociale