29 giugno 2020 ore: 11:09
Società

Scuola, Azzolina: "Plexiglass, una bufala. C'è chi vuole creare confusione"

"I divisori erano solo una tra le mille ipotesi proposte dal Comitato tecnico scientifico. Ma in nessun documento ufficiale si parla di gabbie di plexiglass": lo precisa la ministra. Per settembre "abbiamo 2,5 miliardi"
Centri estivi - Nidi - Scuola - Fattorie didattiche - Minori

Roma - "Il plexiglass è sempre stata una bufala. I divisori erano solo una tra le mille ipotesi proposte dal Comitato tecnico scientifico. Ma in nessun documento ufficiale si parla di gabbie di plexiglass. Questo genera e alimenta confusione. C'e' qualcuno che evidentemente nella confusione ci vive bene e vuole crearla. In questo momento critico ci vorrebbe piu' responsabilità da parte di tutti quanti". Cosi' la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina, intervenuta questa mattina ai microfoni di Radio24. La ministra ha poi precisato che la tempistica sulla pubblicazione delle linee guida non e' dipesa dal ministero ma dal monitoraggio continuo svolto dal Comitato tecnico scientifico.

Anche sull'eventuale riapertura delle scuole prima della fine dell'anno scolastico, Azzolina ha ribadito che la condizione sanitaria non l'avrebbe permesso, e che anche nei Paesi dove l'esperimento e' stato portato avanti su base volontaria, come in Francia, la maggior parte degli studenti non e' comunque entrata in aula. Infine, Azzolina ha confermato che a settembre si tornerà tutti in classe e anche se non si dovessero trovare spazi alternativi per lo svolgimento delle elezioni, la sanificazione degli istituti durerà soltanto un giorno.

"Per settembre abbiamo 2,5 miliardi. C'erano 800 milioni di euro di Pon non spesi. E adesso li stiamo spendendo. Quindi quel miliardo che stavamo cercando, in realtà c'era già". Ha specificato ministra ha poi precisato che quei fondi saranno spesi per garantire la sicurezza degli spazi, ma anche per ampliare l'organico. (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale