27 dicembre 2017 ore: 15:00
Non profit

Servizio civile universale, 960 volontari al fianco di grandi invalidi e ciechi

Da oggi fino al 6 marzo 2018 gli enti di servizio civile iscritti all’albo nazionale, agli albi regionali e delle province autonome e all’albo del servizio civile universale potranno presentare i loro progetti. La soddisfazione del sottosegretario Luigi Bobba
Servizio civile universale, giovani uniscono mani - SITO NUOVO

ROMA - “La pubblicazione di questo ulteriore avviso per l’avvio di progetti che consentiranno l’impiego di quasi nuovi mille volontari è una ulteriore conferma dell’impegno del governo a dare risposte concrete ai cittadini che necessitano di maggior sostegno”. Così il sottosegretario di Stato al ministero del Lavoro e delle politiche sociali, Luigi Bobba, ha commentato l’avvio della prima fase dei progetti di servizio civile per l’impiego di 960 volontari in attività di accompagnamento dei grandi invalidi e dei ciechi civili. Progetti che, da oggi fino al 6 marzo 2018, potranno essere presentati presso il Dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale. “C’è la volontà di proseguire nell’investimento sulla crescita dei nostri giovani attraverso il servizio civile – ha proseguito Bobba - . I numerosi avvisi e bandi pubblicati dal Dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale, in particolare in questi ultimi mesi del 2017, sono testimonianza poi di uno sforzo senza precedenti per incrementare le opportunità di progettazione offerte agli enti e le possibilità per gli aspiranti volontari di vivere una esperienza di Servizio civile universale”. A poter presentare i progetti sono gli enti di servizio civile iscritti all’albo nazionale, agli albi regionali e delle province autonome e all’albo del servizio civile universale.

© Copyright Redattore Sociale