/ Salute
14 ottobre 2016 ore: 11:01
Immigrazione

#RefugeeCameras, gli scatti dei profughi raccontano il viaggio verso l'Europa

Il fotografo Kevin McElvaney ha donato macchine usa e getta ai rifugiati incontrati a Izmir, Lesbo, Atene e Idomeni: gli scatti realizzati, insieme a quelli di professionisti, compongono la mostra #RefugeeCameras, a Palermo per il Festival delle Letterature migranti fino al 25 ottobre
Firas, Iraq, #RefugeeCameras, Project by Kevin McElvaney #RefugeeCameras gli scatti realizzati dai profughi alla GAM 1

Firas, Iraq, #RefugeeCameras, Project by Kevin McElvaney

Firas, Iraq, #RefugeeCameras, Project by Kevin McElvaney
#RefugeeCameras gli scatti realizzati dai profughi alla GAM 1

ROMA - Nel dicembre 2015 il fotografo tedesco Kevin McElvaney ha consegnato quindici macchine fotografiche usa e getta a rifugiati incontrati a Izmir, Lesbo, Atene e Idomeni e altrettante buste affrancate con sopra il suo indirizzo e ha deciso di unirsi a chi ancora doveva affrontare il viaggio verso l’Europa, fornendo ad alcuni di loro uno strumento per documentare ogni tappa dalla proprio punto di vista. Sette di queste macchine sono tornate al mittente, documentando i viaggi verso l’Europa attraverso gli scatti dei profughi siriani, iracheni, iraniani.

#RefugeeCameras. Foto di Hamza e Abdulmonem, Aleppo, Siria
#RefugeeCameras gli scatti realizzati dai profughi alla GAM 3

Dal racconto per immagini dei rifugiati è nata la mostra  fotografica #RefugeeCameras, che comprende anche lavori di celebri fotografi professionisti che hanno aderito al progetto e lo sostengono, tra cui Jacobia Dahm, Souvid Datta, Daniel Etter, Jan Grarup, Ciril Jazbec, Mackenzie Knowles-Coursin, Kai Löffelbein, Aris Messinis, Espen Rasmussen, Lior Sperandeo, Nicole Tung e Patrick Witty e l’italiano Alessandro Penso. -

L'iniziativa è proposta e sostenuta dal Goethe-Institut Palermo nell’ambito della sezione Arti Visive (a cura di Agata Polizzi) del Festival delle Letterature migranti ed è aperta al pubblico dal martedì a domenica  (ore 9.30 - 18.30)  fino al 25 ottobre, nello spazio Living Lab della Galleria d’Arte Moderna di Palermo.

#RefugeeCameras, Project by Kevin McElvaney
#RefugeeCameras gli scatti realizzati dai profughi alla GAM 2

Kevin McElvaney è nato 1987 nel nord della Germania da padre tedesco e madre irlandese. Dopo gli studi si trasferisce ad Amburgo per studiare economia aziendale, diritto e sociologia. Fotografo freelance dal 2013, Agbogbloshie è la prima raccolta che ha pubblicato.

© Copyright Redattore Sociale