22 luglio 2002 ore: 11:58
Società

Storie tra sogno e realtà manicomiale. Attori i pazienti del manicomio di Racconigi chiuso qualche anno fa

TORINO - Il barocco del cortile di Palazzo Reale a Torino, accoglierà martedì 23 luglio “Bariùm, il circo di persone non comuni”. E’ uno spettacolo prodotto dal laboratorio teatrale che l’Associazione Voci Erranti insieme alla compagnia teatrale Cantoregi ha condotto con studenti, operatori, e utenti di un Dipartimento di Salute Mentale dell’ASL 17 e al quale hanno partecipato anche i pazienti del manicomio di Racconigi (CN) che è stato chiuso definitivamente solo qualche anno fa. Lo spettacolo ha ottenuto il patrocinio della Assessorato alle risorse e allo sviluppo della cultura della Città di Torino in collaborazione con il Teatro Regio e il quotidiano La Stampa. “Bariùm – spiega il regista Koij Miyazaki – è Barnum, il circo, insieme alla parola Valium, il più noto degli psicofarmaci”. Gli attori mettono in scena storie, numeri di clownerie, dialoghi che sono in bilico tra il sogno, il surrealismo e la realtà della cura psichiatrica: i vecchi manicomi, i medicinali, le urla, i disegni. Esplode il dolore del ricordo dell’esperienza manicomiale, ma anche l’ironia, la voglia di comunicare, di provare affetti ed emozioni. L’esperienza teatrale in più di un’occasione si è rivelata un utile strumento terapeutico per le persone che hanno problemi psichiatrici. In questo spettacolo si mescolano diversi linguaggi che seguono percorsi che rifuggono dall’omogeneità e dalla banalità del concetto di “normale”. Anche la scena, contrariamente alla tradizione circense non è circolare. Si tratta piuttosto di uno spazio aperto dove le divisioni tra “psichiatrici”, “utenti”, “sani” e pubblico si confondono e diventano sfumate. L’associazione Voci Erranti vede la luce circa un anno fa e opera presso l’area dell’ex ospedale psichiatrico di Racconigi in stretta collaborazione con il Dipartimento di Salute Mentale. Un progetto nato all’interno delle attività del Dipartimento, e infatti il coordinatore di Voci Erranti è il dott. Alessandro Vallarino, psichiatra, con la collaborazione degli infermieri Patrizia Zampedri e Bruno Crippa. Insieme a loro Grazia Isoardi, insegnante, che conduce i laboratori teatrali, mentre Vincenzo Gamna e Koji Miyazaki, realizzano la direzione artistica. Informazioni su “Bariùm, il circo di persone non comuni” si possono trovare presso la biglietteria del Teatro Regio, 011/8815241-242-270
© Copyright Redattore Sociale