30 aprile 2015 ore: 12:49
Economia

Fondazione Cariplo e Regione Lombardia: 3 milioni di euro per centri di formazione d'eccellenza

Il finanziamento è riservato ai Poli tecnico-professionali, strutture di alta formazione per chi è appena uscito da scuole tecniche e professionali. Obiettivo primario aumentare la collaborazione tra scuola e aziende per facilitare l'ingresso nel mondo del lavoro
Debito pubblico, banconote arrotolate, euro, crisi

MILANO - Tre milioni di euro di cui due da Regione Lombardia e uno da Fondazione Cariplo. È quanto prevede il bando in scadenza il 18 giugno per finanziare progetti all'interno dei nuovi Poli tecnico-professionali. Questi centri, creati con un decreto regionale del 2013, hanno lo scopo di potenziare le capacità tecniche e professionali degli studenti appena usciti da scuole superiori di questo genere, oppure dei ragazzi seguiti dal progetto di avviamento al lavoro a livello nazionale Garanzia giovani. Tra gli obiettivi del bando di Fondazione Cariplo c'è proprio un potenziamento del legame scuola-lavoro, l'ampliamento dell'offerta formativa e la sperimentazione di percorsi didattici nuovi facendo sponda sui poli di ricerca universitari. Il prodotto di tutto questo saranno laboratori e centri di formazione altamente specializzati, con percorsi di tutoring individuale negli istituti e nelle aziende.

"La crisi economica globale non ha risparmiato in questi ultimi anni l’economia lombarda e ha colpito in modo particolarmente grave le giovani generazioni – dichiara il presidente di Fondazione Cariplo Giovanni Guzzetti -. L’obiettivo di Fondazione Cariplo e di Regione Lombardia è quello di promuovere una sistema educativo di eccellenza capace di sostenere e favorire lo sviluppo di capitale umano qualificato e, al contempo, che sia integrato con il sistema economico/produttivo, valorizzando il contributo delle imprese nella definizione dei fabbisogni formativi e rafforzando l’acquisizione delle competenze negli ambienti della produzione (alternanza, tirocinio extracurriculare, apprendistato, etc)". I numeri ricordano che la luce alla fine del tunnel della disoccupazione è ancora lontana: siamo al 26,6% e la Lombardia nonostante abbia un tasso migliore non è da meno. 

“Con questo accordo – spiega l’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia Valentina Aprea - parte un progetto importantissimo che ci consentirà di creare dentro le reti dei Poli Tecnico Professionali i supporti necessari al completamento del sistema duale lombardo a partire dell'integrazione nel nostro sistema di istruzione e formazione dell'apprendistato, dell'alternanza scuola-lavoro. Cureremo anche la formazione degli insegnanti e degli attori intesi come imprese, soggetti del territorio che consentiranno ai ragazzi di conoscere e acquisire competenze tecnico scientifiche all’avanguardia e di implementarle ‘on the job’”. (lb)

© Copyright Redattore Sociale