16 novembre 2016 ore: 14:09
Immigrazione

Migranti, a Forlì i docenti vanno a lezione di integrazione

Parte oggi pomeriggio un ciclo di 3 lezioni organizzato dal Comune. Obiettivo? “Dare strumenti agli insegnanti, chiamati a trasmettere alle nuove generazioni i valori della tolleranza, dell’accoglienza e della solidarietà”

FORLÌ – Un corso di formazione per “dare ulteriori strumenti a tutti gli insegnanti, chiamati a trasmettere alle nuove generazioni i valori della tolleranza, dell’accoglienza e della solidarietà” È quello che inizierà alle 15.30 di oggi, e proseguirà per i prossimi due mercoledì, alla Sala Randi del Comune di Forlì, intitolato “Il ruolo dell’educazione nella crisi umanitaria dei rifugiati”. Il ciclo di lezioni, si legge in una nota, è stato organizzato dal Comune, in collaborazione con il Centro per la pace di Forlì, e con il patrocinio dell’Ufficio scolastico regionale, perché “di fronte a una crisi umanitaria senza precedenti, l’educazione ricopre un ruolo cruciale per migliorare un’integrazione che può fondarsi soltanto sulla conoscenza e il rispetto reciproci”. L’incontro di oggi, intitolato “Analisi dei principali contesti di provenienza dei rifugiati presenti in Italia. La protezione internazionale e i limiti della risposta europea”, vedrà come relatori Marco Balboni dell’Università di Bologna, e Silvia Zarella dell’associazione Asilo in Europa. Mercoledì prossimo, invece, Giampiero Cofano, segretario generale dell’associazione Papa Giovanni XXIII, e Daria Paola Betti, referente Unhcr, parleranno delle “rotte dell’immigrazione e i corridoi umanitari”, mentre i relatori dell’ultimo incontro, in programma il 30 novembre e intitolato “Profughi e noi tutti sulla stessa strada, l’esperienza del comprensorio forlivese: testimonianze e focus group”, saranno Raoul Mosconi, assessore del Comune di Forlì; Sauro Bandi, direttore di Caritas Forlì, e Alessandra Prati dell’Ufficio scolastico provinciale Forlì-Cesena. (Dire) 

© Copyright Redattore Sociale