19 ottobre 2017 ore: 09:17
Immigrazione

Minori stranieri soli, a Roma 450 adesioni al corso di formazione tutori volontari

"Siamo entrati nel vivo del percorso di formazione per i tutori volontari dei minori stranieri non accompagnati. Domani si svolgera' il secondo incontro, dopo quella tenuta da un delegato del Ministero del Lavoro di venerdi' scorso. Abbiamo raccolto...

"Siamo entrati nel vivo del percorso di formazione per i tutori volontari dei minori stranieri non accompagnati. Domani si svolgera' il secondo incontro, dopo quella tenuta da un delegato del Ministero del Lavoro di venerdi' scorso. Abbiamo raccolto circa 450 adesioni: un traguardo raggiunto anche grazie al contributo assicurato dall'amministrazione capitolina. In particolare l'assessora Baldassarre ci ha fornito ampio ed efficace supporto per la promozione del bando. Non a caso, infatti, la maggior parte delle persone proviene dal territorio capitolino. Abbiamo gettato le basi per la costruzione di un'importante innovazione". E' quanto ha annunciato il Garante dell'Infanzia e dell'Adolescenza della Regione Lazio Jacopo Marzetti.

Le principali funzioni che il bando, pubblicato il 20 giugno, assegna alla figura del tutore volontario sono: svolgere il compito di rappresentanza legale assegnato agli esercenti la responsabilita' genitoriale; perseguire il riconoscimento dei diritti della persona minore di eta' senza alcuna discriminazione; promuovere il benessere psico-fisico della persona di minore eta'; vigilare sui percorsi di educazione ed integrazione tenendo conto delle sue capacita', inclinazioni naturali ed aspirazioni; vigilare sulle sue condizioni di accoglienza, sicurezza e protezione; amministrare l'eventuale patrimonio della persona di minore eta'.

"Abbiamo messo a disposizione tutti gli strumenti in nostro possesso affinche' la figura del tutore volontario diventi un sostegno funzionale alla tutela dei diritti dei minori stranieri non accompagnati- aggiunge l'assessora alla Persona, Scuola e Comunita' Solidale Laura Baldassarre- Stiamo recependo e applicando ogni elemento previsto dalla nuova normativa in materia e in particolare dalla Legge Zampa. Sinergia e raccordo con il Garante stanno procedendo a piu' livelli con incisivita', a dimostrazione del fatto che la collaborazione tra diverse istituzioni e' possibile e soprattutto produce benefici. La prossima tappa sara' la firma di un protocollo d'intesa".

(DIRE)