7 novembre 2020 ore: 14:01
news

Unione inquilini: sindaco santa marinella risponda a emergenza abitativa

Roma - "Anche le sconfitte hanno una dignita' quella che istituzioni ed enti locali non dimostrano quasi mai. Questa mattina a Santa Marinella un comune di circa 19.000 abitanti, molti hanno scoperto, non noi, che anche in comuni cosi' piccoli c'e'...

Roma - "Anche le sconfitte hanno una dignita' quella che istituzioni ed enti locali non dimostrano quasi mai.

Questa mattina a Santa Marinella un comune di circa 19.000 abitanti, molti hanno scoperto, non noi, che anche in comuni cosi' piccoli c'e' una grave precarieta' abitativa alla quale sindaco e consiglieri comunali rispondono con un generico richiamo all'ordine e alla sicurezza. Ebbene questa mattina un manipolo di famiglie del locale Comitato Emergenza Casa, alcune in gravissima precarieta' abitativa, hanno osato occupare un immobile chiuso da anni. A Santa Marinella i contributi affitto sono elargiti con il contagocce, a Santa Marinella non si realizza una casa popolare da piu' di trent'anni, a Santa Marinella ci sono immobili pubblici e privati vuoti da anni". Cosi' il segretario nazionale unione inquilini, Massimo Pasquini.

"Ma Sindaco e maggioranza- continua- come nelle aree metropolitane, pensano che lo scandalo sia che famiglie con disabili e redditi bassissimi che vivono in roulotte o in condizioni indecenti, abbiano occupato stamattina un immobile vuoto. A Santa Marinella con circa 19.000 abitanti ci sono 84 famiglie in graduatoria in attesa di nulla e si e' dovuta fare una battaglia anche solo per far pubblicare la graduatoria.

Ebbene quelle 84 famiglie in un comune come Santa Marinella se le rapportiamo per esempio a Roma (2.700.000 abitanti) sarebbero circa 10.000 e Roma ne ha 13.500 in graduatoria.

Insomma a Santa Marinella la precarieta' abitativa e' rapportabile a quella di una grande area urbana. Ma al Sindaco e alla maggioranza l'importante oggi era richiudere il lucchetto di accesso a quell"immobile. Oggi a Santa Marinella e' andata in scena la pochezza politica e amministrativa di chi governa a livello locale e nazionale. Non finisce qui. Vale anche per lei sindaco Tidei perche' a lei spettano le risposte non di mettere lucchetti e preservare un immobile vuoto invece che tutelare la salute dei cittadini. Perche' un cittadino in precarieta' abitativa rischia la salute".

(DIRE)
© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news