24 febbraio 2016 ore: 13:01
Società

Legge anti-moschee, la chiesa evangelica: "Danno enorme"

Il commento del pastore Riccardo Tocco dopo la bocciatura della Corte costituzionale: "Si sono bloccate circa 50 pratiche che avevamo in corso con i comuni, da quelle per gli adeguamenti degli edifici alle richieste di apertura dei nuovi luoghi di culto"
Moschea a Milano. Musulmani senza scarpe davanti al luogo di culto

MILANO - Pur essendo una legge anti-moschee, colpiva tutte le confessioni religiose. Come quella evengelica. "Da quando il consiglio regionale della Lombardia l'ha approvata si sono bloccate circa 50 pratiche che avevamo in corso con i Comuni -spiega il pastore Riccardo Tocco, presidente della Consulta evangelica lombarda-. Da quelle per gli adeguamenti degli edifici alle richieste di apertura dei nuovi luoghi di culto. Un danno enorme, che ha colpito centinaia di fedeli". Ieri il pastore Tocco ha assistito alla seduta della Corte Costituzionale in cui è stato discussa e bocciata la legge anti-moschee della Lombardia. "Si è capito subito che i profili di incostituzionalità erano tanti e che non c'erano molti dubbi -racconta-. Siamo soddisfatti e già settimana prossima faremo un'assemblea con i rappresentati delle chiese evangeliche della regione (circa 500) e li inviteremo ad attivare i loro rapporti con le amministrazioni comunali sia per continuare i progetti rimasti in sospeso sia per avviarne di nuovi". (dp)

© Copyright Redattore Sociale