15 settembre 2017 ore: 14:14
Società

Scuola, a Ravenna "lezioni" contro bullismo e gioco d'azzardo

Una cinquantina di progetti per una "scuola civica". Li mette in campo il Comune di Ravenna nel Piano dell'offerta formativa che mette appunto al centro educazione civica, cittadinanza globale, diritti e legalita'. "Un documento articolato e ricco d...
Bullismo. Ragazzo seduto a terra accovacciato

ROMA - Una cinquantina di progetti per una "scuola civica". Li mette in campo il Comune di Ravenna nel Piano dell'offerta formativa che mette appunto al centro educazione civica, cittadinanza globale, diritti e legalita'. "Un documento articolato e ricco di contenuti da attuare e di spunti da approfondire", sottolineano il sindaco Michele De Pascale e l'assessore alla Scuola, Ouidad Bakkali. "Verso una scuola civica" contiene dunque le proposte per la qualificazione scolastica, una sorta di "mappa collegiale" per agevolare gli istituti e gli insegnanti nella conoscenza e nell'accesso alle opportunita' nell'ambito della qualificazione scolastica.

Quest'anno focus sull'educazione civica: in primavera si e' costituito un tavolo di lavoro con rappresentanti dell'Istituto storico della Resistenza e dell'Eta' contemporanea, del Comitato in difesa della Costituzione, dell'Ordine degli avvocati, dell'Associazione giovani avvocati, dell'Universita' di Bologna, dell'Unicef e di tecnici dell'area Infanzia istruzione giovani del Comune, per proporre stimoli e realizzare in sinergia con le scuole dei progetti. Divisi poi in nove ambiti: Protagonismo e partecipazione delle ragazze e dei ragazzi, Educazione alla legalita' e alla sicurezza, Accoglienza e integrazione, multiculturalita' e mediazione, Mediazione scolastica e gestione dei conflitti, Pre e adolescenti benessere e prevenzione, Adolescenti e new media, Educare alle differenze, Territorio, memoria, identita', La scuola fra identita' storica e futuro.

L'obiettivo, rimarca l'assessore, e' quello di "riaffermare valori che sono oramai urgenza e unica via rifondativa verso la societa' nuova che ci troviamo a vivere". Si va a dare "concretezza", aggiunge il sindaco, all'"ambizione di fare di Ravenna la Citta' dell'educazione civica, per quelli che saranno i cittadini e le cittadine del domani".

Tra i progetti individuati, oltre quelli legati alla Costituzione, quelli che affrontano i temi dell'ascolto, del rispetto, della partecipazione, dell'integrazione, dei pari diritti e opportunita' per le bambine, del bullismo e del cyber bullismo, dell'organizzazione di convegni sui diritti, le liberta' e i beni fondamentali, sulla prevenzione del gioco d'azzardo, sui percorsi di decostruzione dei pregiudizi e del razzismo, sulla gestione delle emozioni e dei conflitti. Insomma, concludono i due ammimistratori, "un ventaglio di iniziative, di progetti e di laboratori che mirano tutti a costruire cittadine e cittadini di oggi e di domani piu' aperti, liberi, tolleranti e consapevoli dei propri diritti e doveri".

Intanto, stamane, il sindaco De Pascale ha iniziato un 'tour' nelle scuole cittadine ed e' partito dall'istituto Olivetti Callegari, che ora e' stato riunito in un unico edificio e l'anno scorso aveva visto proteste da parte di ragazzi e insegnanti. La visita e' stata anche occasione per verificare di persona l'esito dei lavori fatti in estate, nell'ambito della riorganizzazione e del miglioramento degli edifici che sono sede delle diverse scuole superiori. "Qui avevamo preso degli impegni molto forti con insegnanti e studenti- commenta il sindaco- e durante l'estate funzionari e dipendenti della Provincia, in una situazione difficile per le Province, hanno fatto un lavoro straordinario, grazie anche a ditte molto professionali che hanno lavorato praticamente tutti i giorni". Durante le vacanze di Natale ci saranno altri interventi, "in attesa di un'opera ancora piu' ampia di ristrutturazione con fondi regionali". (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale