4 maggio 2016 ore: 13:59
Famiglia

Essere madri oggi in Italia: avvocati per la famiglia a confronto

Maria, cantata da Dante come "Vergine, madre figlia del tuo figlio", i personaggi femminili del film "La dernie're leçon" di Pascale Pouzadoux, Ada, protagonista della pellicola di Nanni Moretti "Mia madre" e poi Anna Fierling, la "Madre cora...
Neonati in braccio a mamme

Roma - Maria, cantata da Dante come "Vergine, madre figlia del tuo figlio", i personaggi femminili del film "La dernie're leçon" di Pascale Pouzadoux, Ada, protagonista della pellicola di Nanni Moretti "Mia madre" e poi Anna Fierling, la "Madre coraggio" di Bertolt Brecht.

"Parliamo di madri: Positivita', criticita' e nuove frontiere del diritto" e' il titolo del convegno in cui oggi, attraverso questa carrellata tra i personaggi del cinema e della letteratura, Maria Giovanna Ruo, presidente della Camera Nazionale Avvocati per la Famiglia e i Minori (CamMino), cerca di restituire all'uditorio la complessita' del ruolo materno.

"Rileggere la giurisprudenza per tutelare aree ad oggi non tutelate" ha spiegato Ruo all'agenzia Dire, e' l'ambizione dell'incontro svoltosi oggi, nella sala convegni della Corte d'Appello di Roma. L'iniziativa si iscrive nell'ambito di un ciclo di conferenze organizzato da CamMino e intitolato "Genitori, figli, relazioni familiari oggi".

Gli avvocati per la famiglia e i minori si trovano ad affrontare costantemente "un sistema obsoleto confezionato su un modello di societa' oggi non piu' reale se non marginalmente" spiega ancora Ruo alla Dire: da qui l'esigenza dell'incontro di oggi.

Tra i temi dell'evento, grande attenzione a quello delle madri "che non ci sono", ovvero delle madri surrogate, ma anche di quelle che non vogliono o non possono riconoscere i propri figli, per tutelare le quali la legge italiana dovrebbe fare di piu', come sottolineato anche dalla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo.Trattato anche l'argomento della violenza domestica per punire la quale, secondo l'avv. Maria Minotti, "la nostra legislazione dovrebbe dotarsi di misure specifiche", come hanno fatto gia' diversi paesi tra cui anche Cina e Arabia Saudita.Tra avvocati, magistrati, assistenti sociali e studenti, circa 260 ascoltatrici e qualche ascoltatore hanno partecipato alla conferenza.I prossimi convegni, a partire da novembre, affronteranno anche i temi dell'omogenitorialita' e quelli legati al ruolo di figli e nonni. (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale