19 settembre 2009 ore: 19:04
Disabilità

Psichiatria: le principali associazioni di familiari

Fivol, Fondazione italiana per il volontariato ha presentato nel 2001 alla prima “Conferenza Nazionale sulla salute mentale”, la mappa delle associazioni di volontariato che operano nel campo del disagio psichico. Sono 350 e mobilitano più di 27 mila cittadini. Combattono il pregiudizio sulla malattia mentale, premono su Asl e Enti locali per far realizzare programmi socio-sanitari, attivano centri d’ascolto e consulenza, sostengono le famiglie con formazione, self help e strutture diurne per i malati, organizzano attività per il tempo libero e il reinserimento lavorativo.
La mappa delle principali:
ARAP, Associazione per la riforma dell¹assistenza psichiatrica. Nata nell’’81, ha un migliaio di iscritti, volontari, familiari di malati psichici. Opera soprattutto sul piano politico con il fine di garantire una concreta assistenza psichiatrica. (Via Nomentana 91, Roma. Tel 06-85.53.804, www.arap.it).
UNASAM, Unione nazionale delle associazioni per la salute mentale. Costituita nel 1993, è aggregazione di associazioni e coordinamenti regionali. Lotta per il riconoscimento della dignità e dei diritti di cittadinanza dei sofferenti di disturbi psichici e dei loro familiari. Forte impegno nel campo della prevenzione. (Via Sant’Isaia 90 Bologna Tel 051-52.41.17, www.unasam.it). Sedi reg.: Urasam, via M.A. Colonna 57, Milano - Tel/fax 02-39.26.57.92; Aresam, via Tor di Nona 43, Roma, Tel/fax: 06-68.77.925; Alfapp, Ass. ligure fam. pazienti psichici -Via Malta 3/4, Genova - Tel. 010-54.07.40.
DIAPSIGRA, Associazione Difesa Malati Psichici Gravi. 2 mila iscritti, operativa dal 1981, per iniziativa della dottoressa Anna Rosa Andretta. Dal 1997 la Onlus Nomadyr, che si occupa di riabilitazione dei pazienti in modo innovativo (Sede naz.: Via del Mancino 16/a Roma Tel 06-69.92.38.55, www.diapsigra.it).
PSICHE LOMBARDIA, associazione di familiari e volontari per la salute mentale. Le attività: organizza incontri di informazione, formazione e supporto per i familiari, vacanze per i malati e le loro famiglie. Inoltre sono attivi il Progetto Kepos, attività di giardinaggio terapeutico con Wwfe una cooperativa d’inserimento lavorativo, “Ergo kai logo”. Il negozio di via Calvairate 1 offre piante, fiori, essenze, miele, abiti usati. Realizzeranno tra breve “Volti di Lombardia”, prontuario delle strutture residenziali nella Regione (Via Anfiteatro 14, Milano - Tel. 02-80.52.478).
LA TARTAVELA, associazione familiari milanese per una Milano psicoattiva nasce nel 1991 per affrontare insieme le difficoltà che la presenza di congiunti malati psichici comporta. Promuove con forza lo strumento dell’auto-aiuto, incontri di formazione e informazione rivolti ai familiari. Tiene uno sguardo attento a tutti i problemi tecnici e politici della psichiatria a Milano, denunciandone le carenze. Svolge alcune attività a Koiné (in via Ponale 66. Tel. 02-39.26.57.92).
AIUTIAMOLI, storica associazione che sostiene dal 1989 i malati psichici e i loro familiari. Le attività: promozione dell’auto-aiuto, formazione, informazione, attività di riabilitazione presso la propria sede (ginnastica, uso del computer, corsi di lingua) e vacanze per malati e familiari (Corso di Porta Romana 116/A, Milano - Tel. 02-58.30.92.85).
SOS PSICHE, nata da due associazioni di familiari, Diapsi Piemonte e Psiche Friuli. Il loro sito (www.sospsiche.it) è ottimo per documentazione e servizi.
CONSULTA NAZ. PER LA SALUTE MENTALE Cgil, Psichiatria democratica, Unasam, Arci, Cittadinanza attiva e Caritas Italiana si sono uniti per affermare i diritti dei cittadini con sofferenza mentale http://www.consulta-salutementale.it. (ma)