9 aprile 2004 ore: 15:14
Disabilità

La giunta regionale delle Marche ha approvato criteri e modalità di attuazione del piano degli interventi a favore dei disabili. Secchiaroli: ''Importante passo in avanti sulla strada dell'integrazione''

Foto Francesco Cocco Contrasto

ANCONA - La Giunta regionale ha approvato i criteri e le modalità di attuazione  del piano degli  interventi  per il  2004 a favore dei disabili. Il piano, previsto dalla legge regionale n. 18 del ’96 sull’handicap, comprende un’ampia gamma di iniziative: assistenza domiciliare domestica ed educativa  delle persone con disabilità gravissima, attivazione dei centri socio-educativi riabilitativi diurni, servizi di trasporto, integrazione scolastica e lavorativa. I contributi  riguardano anche interventi per  l’assistenza  domiciliare indiretta ai disabili in situazione  di particolare   gravità. Altri finanziamenti  sono finalizzati a tirocini,  borse lavoro, acquisto e installazione degli automatismi di guida,  degli  ausili tecnici per il trasporto  dei  portatori di handicap motorio. Previsti, infine, finanziamenti per l’eliminazione delle  barriere architettoniche  e la realizzazione di iniziative   legate a specifiche esigenze.  

”Gli interventi - spiega l’assessore alle Politiche Sociali, Marcello Secchiaroli - sono  finalizzati al raggiungimento di un duplice obiettivo:  favorire la permanenza  del portatore di handicap nel proprio  nucleo familiare sul quale  ricade ancora oggi la maggior parte del peso dell’assistenza; offrire una serie di supporti e  di servizi  che, nell’ambito dell’integrazione socio-sanitaria,  agevolino  l’inserimento del disabile nella comunità”. Tra i servizi finanziabili figura anche l’assistenza domiciliare indiretta a favore del disabile in situazione  di particolare gravità. “Un intervento  - sottolinea l’assessore -  unico tra tutte le Regioni che integra qualsiasi altro servizio fornito dall’ente locale”. Di rilievo anche l’assegnazione delle borse-lavoro  per il preinserimento occupazionale    e per  finalità terapeutiche.