13 febbraio 2003 ore: 15:07
Società

''Play & game'', un libro analizza il rapporto dei bambini con il computer tra gioco e scuola

ROMA – Analizza il rapporto dei bambini con il pc il volume “Play & Game - Bambini e computer fra gioco e scuola”, che sarà presentato oggi alle 17 nel corso di un convegno presso l’Auditorium della Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza Forense (via Ennio Quirino Visconti, 6). “Il bambino è a pieno titolo ‘persona’ e, in quanto tale, soggetto portatore di diritti e di una propria visione del mondo – sottolineano i due curatori del volume, Amedeo Pistolese e Sandro Scalabrin -. La nuova sfida per gli educatori sta dunque nel riconoscere il punto di vista dei bambini e nel rispettarlo concretamente, anche quando comunicare significa usare il computer, navigare in Internet o insegnare a giocare in modo interattivo”. Nel volume, a questo proposito, studiosi e tecnici della formazione riflettono “sui pregiudizi della cultura prevalente, sui limiti e sulle contraddizioni che vi sono nel rapporto tra infanzia e nuove tecnologie, a partire dai dati emersi da una ricerca presentata sui bisogni informatici dei bambini e sulle risposte che sanno dare scuola, genitori e società”.
Edito da Edup e Upter, il libro raccoglie i saggi sul tema di Salvatore Cinà, Maria Coscia, Giorgio Fanfani, Fabrizio Del Tutto, Giovanni Fiorentino, Alberto Marinelli, Mario Morcellini, Giancarlo Panieri, Amedeo Pistolese, Sandro Scalabrin. Gli autori e i curatori del volume interverranno oggi al convegno, che sarà moderato da Antonella Martini. Per informazioni, tel. 06/692043313-310.(lab)