27 settembre 2018 ore: 10:11
Salute

Tumori, ottobre mese delle prevenzione: screening al seno con la Lilt

Un mese per la prevenzione dei tumori al seno. Anche a Bologna torna la campagna Nastro rosa della Lilt. Per tutto ottobre sarà possibile prenotare (al 334.448.8204) una visita senologica gratuita nell'ambulatorio della Lega italiana per la lotta ai tumori in via Turati

BOLOGNA - Un mese per la prevenzione dei tumori al seno. Anche a Bologna torna la campagna Nastro rosa della Lilt. Per tutto ottobre sarà possibile prenotare (al 334.448.8204) una visita senologica gratuita nell'ambulatorio della Lega italiana per la lotta ai tumori in via Turati, un servizio rivolto alle giovani donne tra i 20 e i 44 anni, ancora escluse dallo screening regionale. Alla campagna (che al livello nazionale ha come testimonial Federica Panicucci e Filippa Lagerbach) hanno aderito numerose realtà del territorio, come Trekking Italia, che dedicherà al sostegno della Lilt un lungo programma di camminate da ottobre a febbraio (info su http://www.trekkingitalia.org/emilia-romagna): si comincia l'11 ottobre con "A spasso con Rossini". Venerdì 12 ottobre la 'postazione rosà sosterà in via Ugo Bassi di fronte al Mercato delle Erbe. Alla sera l'attore Ivano Marescotti sarà ospite della Lilt a Imola.

La prevenzione è al centro di tutte le iniziative in calendario. Si parlerà, per esempio, anche di allattamento al seno e di come possa aiutare nell'abbassare, se non interrotto troppo presto, i rischi di insorgenza del tumore al seno. "Ci sono una serie di fattori che portano a promuoverlo quanto più possibile", spiega Rosina Alessandroni, responsabile della Neonatologia cure intermedie del Policlinico Sant'Orsola. Del resto, "cresce il numero dei casi", avverte Domenico Francesco Rivelli, presidente della Lilt di Bologna, che ha presentato la campagna Nastro rosa a Palazzo D'Accursio assieme all'assessore comunale alla sanità, Giuliano Barigazzi.

"Si stima che in Italia nel 2017 verranno diagnosticati più di 369 mila nuovi casi di tumore maligno, di cui 192 mila negli uomini e 177 mila nella donne. Per le donne il 28% dei tumori riguarda la mammella", spiega Rivelli. La mobilitazione riguarda tutto il territorio metropolitano. A Calderara una delle due farmacie offre un'ecografia al seno a donne sotto i 44 anni. "Fin qui ne abbiamo fatte 750", sottolinea Maria Claudia Mattioli Oviglio. (DIRE)

 

© Copyright Redattore Sociale