29 marzo 2018 ore: 15:02
Salute

Sanità, la Basilicata raggiunge ancora l'autosufficienza di sangue

"Il plasma è una risorsa davvero strategica al pari dell'energia e dell'acqua potabile. Una ricchezza per tutti che e' volontariamente donata da quasi due milioni di volontari in Italia". Così il direttore del Centro nazionale sangue, Giancarlo ...

"Il plasma e' una risorsa davvero strategica al pari dell'energia e dell'acqua potabile. Una ricchezza per tutti che e' volontariamente donata da quasi due milioni di volontari in Italia". Cosi' il direttore del Centro nazionale sangue, Giancarlo Maria Liumbruno, argomentando i dati di attivita' dell'anno 2017 della Basilicata sulla produzione di sacche di sangue, trasmessi al ministero della Salute.

Dati che confermano l'autosufficienza lucana che ha sempre garantita la trasfusione di sangue a tutti i pazienti curati dal sistema sanitario regionale. Da fuori regione, nei periodi di emergenza, sono stati importati solo 124 unita' di sangue, viceversa la Regione ne ha complessivamente esportate 366.

Tra altri numeri emersi risulta che sono state prodotte in Basilicata 27.500 unita' di sangue e che ne sono state trasfuse a pazienti in cura presso le strutture del Sistema sanitario regionale 22.870. In Basilicata sono accreditate e qualificate tutte le strutture trasfusionali pubbliche nonche' l'Avis con i suoi 58 punti di raccolta e la Fidas con i suoi 15 punti presenti sul territorio. "Il buon risultato della Basilicata - si legge in una nota della Regione - e' stato possibile grazie all'impegno fattivo e costante da parte di tutti gli attori, pubblici e privati, coinvolti nella Rete trasfusionale della Regione Basilicata". (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale