4 settembre 2016 ore: 09:47
Disabilità

In Inghilterra l'hotel che accoglie clienti e assume dipendenti con autismo

Aprirà in ottobre a Gateshead nel nord dell’Inghilterra e avrà servizi ad hoc per persone con disturbi dello spettro autistico e dell’apprendimento. Tra i dipendenti anche ragazzi con autismo e altre disabilità cognitive che hanno seguito un training per imparare a lavorare nel settore alberghiero
vault hotel autismo

BOLOGNA - Si chiamerà The Vault e sarà il primo hotel dell’Inghilterra pensato  e adeguato per accogliere persone con autismo e disturbi dell’apprendimento come ospiti ma anche come dipendenti. Il progetto è del Saint Camillus Care Group, un’organizzazione che si occupa di assistenza a persone con questo tipo di disabilità, che ha rilevato il River’s Edge Hotel di Gateshead, un albergo con 28 stanze nel nord -est del Paese, e lo ha trasformato in un luogo in cui le persone con autismo possano sentirsi a casa e imparare un lavoro nel settore alberghiero. “The Vault dà a giovani tra i 18 e i 25 anni un’opportunità senza precedenti – ha detto John Heron, direttore del Saint Camillus Care Group – Qui possono trovare un luogo accogliente per loro e possono imparare il lavoro al fianco di personale esperto, in un ambiente reale, con la speranza che possa iniziare anche per loro una carriera in questo settore”. La struttura aprirà in ottobre

Il training per lavorare al Vault (della durata di 50 settimane) è stato aperto anche a persone con disturbi dello spettro autistico o altre disabilità cognitive. Chi seguirà il training imparerà a lavorare in cucina insieme allo chef per decidere il menu e preparare i piatti, in sala per servire i clienti, al bar aperto anche alla sera e svilupperà competenze nell’assistenza clienti e nell’amministrazione. Per alcuni di loro al termine del periodo di formazione si apriranno le porte dell’hotel con un lavoro a tempo pieno e retribuito con turni dalle 8 alle 15 e dalle 15 alle 22, inclusi i weekend e alcune festività. “The Vault avrà servizi ad hoc per persone con autismo o disturbi dell’apprendimento – conclude Heron – Ad esempio le famiglie che hanno figli con disturbi di questo tipo: sanno che possono venire qui e trovare un luogo accogliente, con personale che capiscono, senza giudicare”. (lp)

© Copyright Redattore Sociale