14 maggio 2001 ore: 12:15
Non profit

Un nuovo Centro interculturale per diffondere usi, costumi e arte degli extracomunitari

ROMA - Pregiudizio uguale ignoranza. Cultura uguale conoscenza e soprattutto vera accoglienza e inserimento per gli immigrati. Per questo l’associazione Kel’Lam ha aperto un Centro Interculturale presso la VI circoscrizione di Roma e sta per lanciare la “scuola multiculturale in piazza”.
L’obiettivo è creare in ambito circoscrizionale, l’istituzione più vicina ai cittadini, un punto di riferimento per diffondere usi, costumi e arte dei paesi di provenienza degli extracomunitari. Nel nuovo Centro sulla via Prenestrina, bambini, ragazzi e adulti possono frequentare corsi di capoeira, danze africane, laboratori artigianali e sulle tradizioni e abitudini alimentari. Inoltre vengono tenuti corsi di lingua italiana e servizi di intermediazione e consulenza legale gratuite.
Ma per entrare direttamente nel cuore del territorio e per diffondere la cultura degli immigrati, l’associazione dal 22 al 25 maggio “scenderà in piazza”, precisamente in piazza dei Caduti del 19 luglio 1943 a San Lorenzo. Il quartiere romano, scelto per il suo carattere multietnico, farà da scenografia ad una manifestazione di spettacoli, concerti e danze tradizionali per creare un momento d’incontro tra gli abitanti del territorio e gli immigrati.
“La conoscenza reciproca è il punto di partenza per una vera integrazione – spiega Teodoro Enjok, presidente dell’associazione. - In fondo il nome Kel’Lam significa “Un bel giorno”, un auspicio che un bel giorno non dovremo più parlare d’inserimento, perché sarà già stata realizzato”.
© Copyright Redattore Sociale