7 marzo 2018 ore: 14:01
Società

8 marzo, al Miur linee guida per un uso corretto del genere nel linguaggio

Azioni che assicurino il rispetto del genere nel linguaggio. In questa direzione va' l'impegno della ministra dell'Istruzione, Valeria Fedeli, che questa mattina, durante l'evento 'Dalla parte di tutte e di tutti', ha presentato le linee guida...

ROMA - Azioni che assicurino il rispetto del genere nel linguaggio. In questa direzione va' l'impegno della ministra dell'Istruzione, Valeria Fedeli, che questa mattina, durante l'evento 'Dalla parte di tutte e di tutti', ha presentato le linee guida per l'uso del genere nel linguaggio amministrativo del Miur. Uno strumento- presentato in occasione della vigilia dell'8 marzo- che vuole garantire "l'attuazione dei principi di pari dignita' e opportunita', di uguaglianza ed equita' all'interno del ministero dell'Istruzione.

"Con le linee guida per l'uso del genere nel linguaggio amministrativo del Miur- ha spiegato la ministra Fedeli- intendiamo non solo fare chiarezza sulla corretta applicazione delle regole grammaticali sull'uso del genere, ma anche sostenere l'equita', la giustizia e l'uguaglianza fra uomini e donne. Applicare la giusta regola grammaticale vuol dire anche riconoscere il ruolo femminile nella societa' ed e' un passo verso il superamento di pregiudizi e diseguaglianze".

All'evento hanno partecipato, oltre alla ministra anche il Direttore generale dell'Agenzia del Demanio Roberto Reggi, Cecilia Robustelli, docente di Linguistica Italiana all'Universita' di Modena e Reggio Emilia, Sabrina Bono, capo di Gabinetto del Miur, Marco Mancini, capo Dipartimento per la formazione superiore e per la ricerca, Carmela Palumbo, Capo Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali.

"Superare queste resistenze e favorire un uso corretto del genere- ha aggiunto la ministra- e' molto importante, perche' e' innanzitutto attraverso il linguaggio che noi rappresentiamo la realta' in cui viviamo, e attraverso tale rappresentazione contribuiamo a consolidarla cosi' come e' o al contrario a modificarla. In altre parole il linguaggio e' il messaggio con cui possiamo confermare gli stereotipi basati sul sesso o metterli in discussione". (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news