27 novembre 2018 ore: 16:31
Salute

Tumori, torna nelle Marche il paniere delle eccellenze di Ant

Torna per Natale il 'Paniere delle eccellenze’ della Fondazione Ant. Un'iniziativa patrocinata dal consiglio regionale delle Marche: un regalo che unisce alla solidarietà il meglio dell'enogastronomia marchigiana

ANCONA - Torna per Natale il 'Paniere delle eccellenze’ della Fondazione Ant. Un'iniziativa patrocinata dal consiglio regionale delle Marche: un regalo che unisce alla solidarietà il meglio dell'enogastronomia marchigiana. I panieri realizzati per questo Natale sono 700, 150 in più rispetto alla prima edizione, con l'obiettivo di raccogliere almeno 14mila euro. Sono 60 le aziende marchigiane che hanno donato i propri prodotti d'eccellenza. "Un progetto che abbiamo sostenuto con convinzione fin dalla sua nascita perché coniuga alla solidarietà, la prevenzione, la corretta alimentazione e la promozione dei nostri prodotti enogastronomici- spiega in una nota il presidente del consiglio regionale Antonio Mastrovincenzo-. Ringrazio i volontari, i medici e gli infermieri di Ant per il loro servizio sul territorio e le 60 aziende che hanno donato i prodotti".

Presente nelle Marche da 26 anni l'Ant conta su un'equipe di 11 medici, sei infermieri e quattro psicologi per garantire assistenza gratuita domiciliare ogni anno a circa 850 malati di tumore. "Dopo il successo dello scorso anno- sottolineo Vera Vernarecci, Sviluppo Marche Fondazione Ant Italia- abbiamo deciso di proseguire, contando su un sostegno ancora più ampio delle istituzioni e delle associazioni di categoria. Ant fino ad oggi ha assistito nelle Marche oltre 9mila persone, curando a domicilio il paziente e dando assistenza anche alle famiglie, in tutte le fasi della malattia".

Tra le associazioni che hanno collaborato al progetto anche Cna, Confapi, Copagri e Cia. "Un'iniziativa legata alla solidarietà nella quale ci siamo e ci saremo- spiega la presidente regionale dell'Unione agroalimentare di Cna Francesca Petrini-. L'alimentazione ha un ruolo preventivo fondamentale nell'insorgenza dei tumori, pensiamo che sia dovere di un'associazione di categoria sensibilizzare i produttori verso certe tematiche, educandoli a selezionare le materie prime più salutari".

Lo scorso anno il progetto ha consentito di sostenere 563 giornate di assistenza domiciliare oncologica. Vino, cereali, pasta, birra, olio, formaggi, insaccati, miele, cioccolato e articoli per la cura del corpo, come saponi e creme, sono i prodotti inseriti nel cestino acquistabile con un contributo minimo di 20 euro e distribuito da domani fino al 24 dicembre nei 'Merc'Ant' e i 'Paav' (Punti di aggregazione e ascolto gestiti dai volontari) di Civitanova Marche, Porto San'Elpidio e Pesaro. (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale