28 ottobre 2016 ore: 14:19
Immigrazione

Migranti, Alfano: "Negare la flessibilità dello 0,1% è un eccesso insopportabile"

"Noi stiamo pagando due conti enormi alla comunita internazionale e all'Europa. Il primo conto e' quello dell'instabilita' della Libia, dopo la morte di Gheddafi non e' arrivata la democrazia ma la guerra civile e l'insediamento dell'Isis. E ...

Roma - "Noi stiamo pagando due conti enormi alla comunita internazionale e all'Europa. Il primo conto e' quello dell'instabilita' della Libia, dopo la morte di Gheddafi non e' arrivata la democrazia ma la guerra civile e l'insediamento dell'Isis. E anche questa immigrazione" deriva "dall'instabilita'. Il secondo conto che noi stiamo pagando e' il fare il lavoro per conto di tutti". E allora, "non chiediamo risorse europee, ma aver negata la flessibilita' dello 0,1% vuol dire essere sganciati dal contesto storico, specialmente nel momento in cui non si adempie il patto che prevedeva ai paesi dell'Unione europea il ricollocamento dei migranti, e' davvero un eccesso insopportabile". Lo dice il ministro dell'Interno Angelino Alfano, a margine della cerimonia Unesco a Palermo.

(DIRE)

© Copyright Redattore Sociale