2 ottobre 2017 ore: 12:25
Famiglia

Festa dei nonni, Grasso: le radici aiutano i giovani a dare frutti

"Essere nonno per certi aspetti e' ancora piu' appagante di essere padre perche' ci regala una seconda giovinezza e ci consente di accendere nuovamente la nostra curiosita' verso il mondo: abbiamo piu' consapevolezza, maggiore...

ROMA - "Essere nonno per certi aspetti e' ancora piu' appagante di essere padre perche' ci regala una seconda giovinezza e ci consente di accendere nuovamente la nostra curiosita' verso il mondo: abbiamo piu' consapevolezza, maggiore disponibilita', piu' tempo per rimetterci in gioco. I nostri ragazzi aprono una finestra sul presente e sul futuro, ci fanno emozionare, sfidano la nostra cultura fatta di poesie imparate a memoria e interminabili ore sulle enciclopedie con i loro smartphone, la connessione veloce a internet, i social media, i film coi supereroi. Ci danno un nuovo punto di vista e, molto spesso, hanno idee decisamente migliori delle nostre: mentre fatichiamo a superare prospettive ormai obsolete, loro abbattono naturalmente ostacoli e diffidenze, prendendo il meglio da ciascuna cultura". Lo dice il presidente del Senato Pietro Grasso, celebrando nell'aula di palazzo Madama la festa dei nonni.

Grasso continua: "Ci arricchiamo a vicenda, giovani e meno giovani. Siete, siamo infatti per i piu' piccoli un punto di riferimento, un esempio, spesso i custodi di piccoli segreti e grandi sogni che non si sentono di condividere con i loro genitori. Si potrebbe dire che i nonni sono, metaforicamente, le radici di un albero: rappresentano la memoria, la saggezza, l'esperienza necessaria al fusto e alle foglie per crescere sane e forti. Senza una profonda connessione, dalle radici ai fiori, nessun albero puo' resistere alle difficolta' della vita e dare buoni frutti". (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale