/ Giustizia
17 marzo 2019 ore: 10:24
Economia

Reddito e Quota 100. Dal riscatto della laurea ai disabili, ecco le novità

Tra le novità introdotte nel passaggio parlamentare della Camera al decreto su reddito di cittadinanza e Quota 100, anche l'incremento dei massimali per le famiglie con disabili che potranno ottenere fino a 50 euro in più al mese. Lunedì, il provvedimento arriverà in aula a Montecitorio
Economia, fondi, reddito di cittadinanza, rimesse, monete - SITO NUOVO

box ROMA - Dal riscatto agevolato della laurea per gli over 45 ai paletti per i genitori single fino all'istituzione della figura del vice presidente dell'Inps. Sono alcune delle novità introdotte nel passaggio parlamentare della Camera al decreto su reddito di cittadinanza e Quota 100. Nella notte di venerdì 15 marzo le commissioni Lavoro e Affari sociali hanno dato il mandato al relatore. Il provvedimento, in seconda lettura, è atteso in aula a Montecitorio lunedì per la discussione generale. Ecco le principali novità:

Riscatto agevolato della laurea. È stato eliminato il tetto dei 45 anni. La norma, che consente anche di colmare eventuali buchi contributivi, è legata al vincolo temporale del 1996 anche per gli over 45. Infatti la detrazione del 50 per cento, a favore di chi riscatta gli anni di corso, è riservata a chi non ha contributi versati prima del 31 dicembre 1995.

La cosiddetta norma anti clan Spada. Chi ha subito una misura cautelare personale o è stato condannato con sentenza non definitiva per mafia o terrorismo non potrà chiedere il reddito di cittadinanza. 

Per le famiglie con disabili fino a 50 euro in più. Incrementato il massimale della scala di equivalenza in presenza di componenti con disabilità. Le famiglie che usufruiscono di reddito o pensione potranno ottenere fino a 50 euro in più al mese. Viene inoltre favorito l'accesso alla pensione di cittadinanza anche nei casi in cui uno o più componenti, pur avendo età inferiore ai 67 anni, siano in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza.

Tra le altre novità anche l'assunzione di 100 nuovi ispettori della Guardia di Finanza per potenziare le attività di controllo e monitoraggio sul reddito di cittadinanza. Altre 65 assunzioni tra i carabinieri che avranno il compito di supportare l'Ispettorato del Lavoro nel contrasto del lavoro irregolare. Sui navigator, invece, è stato recepito l'accordo tra governo e regioni che prevede l'assunzione di 3 mila tutor e il potenziamento dei centri per l'impiego. Per quanto riguarda la pensione di cittadinanza, inoltre, è stata prevista la possibilit dell'erogazione in contanti, non più soltanto tramite la Carta prevista inizialmente.  Infine, per quanto riguarda l'impatto di Quota 100 sulla Sanità, per garantire i livelli essenziali delle prestazioni, a rischio con le uscite di Quota 100, gli enti e le aziende del servizio sanitario potranno procedere alle assunzioni non solo del personale già uscito ma anche di quello che si prevede in uscita nel corso dell'anno se in linea con la programmazione regionale. (DIRE/Rs)

© Copyright Redattore Sociale