21 febbraio 2022 ore: 12:47
Immigrazione

"L'amico siriano", domani a Roma proiezione e dibattito

All'Eurcine il documentario sul dramma dei profughi in Grecia, diretto da Federico Annibale e Federico de Sivo. L'opera è patrocinata da A Buon Diritto, Amnesty International e Arci

ROMA - Sarà proiettato domani martedì 22 febbraio alle ore 20.30 all'Eurcine di Roma 'L'amico siriano', il documentario diretto da Federico Annibale e Federico de Sivo. Il docufilm è prodotto da Michelangelo film (Massimo Spano) e Kokè Lab ed è patrocinato da A Buon Diritto Onlus, Amnesty International e Arci. Ne sono protagonisti Federico Annibale, uno dei due autori, e Mohammed Al Hussini - un migrante siriano bloccato ad Atene da più di cinque anni, amico di Federico da lungo tempo.

Come si legge in una nota dei promotori, Federico de Sivo è il regista in camera, una camera silenziosa che traduce in immagine tutte le sfumature del rapporto tra i due amici. Nei primi mesi del 2020 Federico e Federico vanno ad Atene a trovare Mohammed per dargli un supporto, vista la situazione di precarietà in cui si trova. Mohammed, per gli amici Mike, ha dovuto lasciare anni fa la Siria a causa della guerra e dopo un lungo viaggio è arrivato ad Atene, nonostante la sua meta finale fosse l'Italia. In Grecia sta aspettando da anni che la sua domanda d'asilo venga esaminata e nel frattempo si trova costretto a vivere nell'invisibilità, una condizione in cui si trovano migliaia di persone che avrebbero diritto a veder esaminata la loro domanda d'asilo e che invece senza documenti si trovano a non poter esercitare i più fondamentali diritti.

Nel docufilm interviene anche la giornalista tedesca Franziska Grillmeier, attivista per i diritti umani, che illustra la difficile situazione dei dublinati, ovvero dei richiedenti asilo che arrivati in Europa, dopo essere stati identificati tramite impronte digitali e fotosegnalamento, riescono ad arrivare in un paese europeo diverso da quello di primo ingresso ma che poi, in seguito a controlli e verifiche, vengono rimandati nel primo paese dell'Unione in cui sono stati identificati. Ed è questa la situazione in cui si trova Mike, che diventa un simbolo di tutte le persone che la Fortezza

Europa respinge e rifiuta.

'L'amico siriano' è la storia di un'amicizia profonda e nasce dalla voglia di raccontare un'Europa sempre più arroccata dietro muri e frontiere, per denunciare la situazione attuale e farci interrogare sull'Europa che siamo ma soprattutto sull'Europa che vogliamo essere. Parte integrante della proiezione sarà il dibattito con i due registi e con i rappresentanti delle associazioni che hanno patrocinato il film. Interverranno Marina De Stradis per A Buon Diritto, Ilaria Masinara per Amnesty International e Filippo Miraglia per Arci. Modera Alessandra Fabbretti, giornalista agenzia Dire.

Per prenotazioni chiamare il Cinema Eurcine (06/88801283) oppure andare su

https://mx2.circuitocinema.com/cinema/cinema-eurcine-roma 

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news