6 dicembre 2020 ore: 10:00
Disabilità

“Se io fossi ministro alle disabilità”: la nuova serie di due papà caregiver

di Chiara Ludovisi
Da oggi al via il progetto di Luca Trapanese e Francesco Cannadoro, entrambi papà (il primo, adottivo) e caregiver di bambini con disabilità. In ogni puntata un argomento e una lista di proposte, “che partano dal basso e arrivino ai piani alti”. E chiamano a raccolta i “colleghi” caregiver: “La lista facciamola insieme”
cannadoro trapanese

ROMA - “Le chiacchiere stanno a zero! Per ogni puntata un argomento, per ogni argomento una lista di punti”: è così che Francesco Cannadoro, papà e caregiver di Tommi e autore del blog e del libro “Diario di un padre fortunato”, annuncia la messa in onda, a partire da stasera, di una serie di dirette streaming, pensate e realizzate insieme a Luca Trapanese, anche lui “padre fortunato”, da quando nel 2017 ha adottato Alba, una bambina con sindrome di Down.

Significativo il titolo della trasmissione, “Se io fossi ministro”: ad indicare che non di chiacchiere si tratta, appunto, ma di proposte concrete. Il progetto nasce infatti dall'intenzione e dal bisogno di questi due papà caregiver di “confrontarci con voi - insieme ad esperti - su quanto andrebbe fatto in materia di disabilità. Per noi è una sfida e, alla fine di questo progetto live, ci siamo ripromessi di avere in mano una lista di proposte che partano dal basso e di portarle ai piani alti con tutti i mezzi a nostra disposizione. Gli argomenti verranno affrontati in ordine cronologico, in più puntate e per non perderci neanche una virgola abbiamo bisogno di voi. La lista la facciamo insieme, come una squadra! Noi ci siamo... per Tommi e per Alba. E voi? Ci sarete per i vostri figli?”

La prima puntata andrà in onda stasera, alle ore 21.30 live, contemporaneamente sulla pagina Facebook di Cannadoro e di Trapanese.

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news