11 febbraio 2014 ore: 12:41
Famiglia

"Se mi posti ti cancello": parte campagna per il web sicuro

Al teatro Cometa di Roma circa 200 studenti hanno partecipato all'iniziativa organizzata da Generazioni Connesse in occasione del Safer Internet Day 2014. Messaggio di Carrozza: "Cyberbullismo, fenomeno da cui i nostri figli devono guardarsi tutti i giorni''
Bambino e pc

Roma - "Se un ragazzo arriva a dire me ne vado da scuola e non ci tornero' piu', questo e' il fallimento piu' grande della nostra scuola e del nostro Stato". Cosi' Giovanna Boda, direttore generale della DG per lo studente del Miur facendo riferimento all'ultimo caso di bullismo che ha portato un quindicenne, deriso dai suoi coetanei, a scegliere di lasciare le aule della sua scuola e anche la sua citta'. "Ognuno di noi fa la differenza, la miglior campagna di comunicazione- continua Boda- la possiamo fare solo se ognuno di voi diventa sentinella di legalita' e di amicizia". 

Al teatro Cometa di Roma circa 200 studenti hanno partecipato all'iniziativa organizzata da Generazioni Connesse in occasione del Safer Internet Day 2014. Il ministro Carrozza, che non ha potuto partecipare, ha inviato un messaggio di saluto che e' stato letto da Martina una studentessa: "Il cyberbullismo e' un fenomeno da cui i nostri figli devono guardarsi tutti i giorni. Occorre richiamare l'attenzione di tutti alla conoscenza di diritti e limiti dei comportamenti da tenere on line, perche' si possa vivere internet come strumento di arricchimento".

box Il ministero dell'Istruzione, l'Autorita' garante dell'infanzia e dell'adolescenza, la Polizia di Stato, Save the children, Telefono azzurro, Cooperativa E.D.I., Movimento difesa del cittadino, hanno lanciato in questa occasione il progetto 'Se mi posti ti cancello'. Una campagna di comunicazione di comunicazione che verra' arricchita dai contributi dei ragazzi. Saranno loro infatti a raccontare la loro 'vita digitale' attraverso video che potranno essere realizzati seguendo il tutorial messo a disposizione sul sito www.semipostiticancello.it.

La giornata Safer internet day e' stata istituita dalla Commissione europea nell'ambito del programma per la promozione di un utilizzo sicuro e responsabile dei nuovi media tra le giovani generazioni. "Dobbiamo combattere il silenzio, i dati ci dicono che il 15% dei ragazzi che vengono presi di mira non si confida con nessuno. La nuova campagna che lanciamo oggi intende promuovere il dialogo con gli adulti e la condivisione con i pari" conclude Valerio Neri, direttore generale di Save the children. (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale