16 febbraio 2019 ore: 14:34
Disabilità

"Sensuability": una mostra e un concorso per raccontare sessualità e disabilità

Mostra conclusiva del concorso per fumetti e illustrazioni “Sensuability & Comics”. All’esposizione presente anche una tavola realizzata ad hoc da Milo Manara. La promotrice del concorso, Armanda Salvucci: “Abbiamo solo cominciato, porteremo le tavole in altre città”
mostra sensuability 2

ROMA - Settantadue tavole illustrate e soprattutto tanta leggerezza e ironia. La seconda tappa del progetto “Sensuability” si è conclusa nei giorni scorsi alla Casa del cinema di Roma con la mostra collettiva di fumetti e illustrazioni “Sensuability: ti ha detto niente la mamma?”.

mostra sensuability

A vincere il concorso, che ha visto la partecipazione di oltre 50 tavole provenienti da tutta Italia, è stata un’opera di Marcello Dal Prato, intitolata “L’amore non ha forma”. “Ho scelto di rappresentare numerosi cuori con diverse forme per contrastare i pregiudizi culturali, privilegiando la sostanza interiore anziché la forma esteriore, perché è quella a muovere il desiderio umano”, ha spiegato l’autore. La mostra, organizzata a conclusione del concorso “Sensuability & Comics”, è stata ideata e promossa da Armanda Salvucci, presidente dell’associazione Nessunotocchimario e già produttrice, sceneggiatrice e protagonista, lo scorso anno, di un cortometraggio su sessualità e disabilità, nato a sostegno di una raccolta fondi finalizzata alla produzione di un mockumentary (falso documentario) per sfatare i pregiudizi e i tabù che accompagnano da sempre la sessualità delle persone disabili.
“Non immaginavo una partecipazione così numerosa e attenta – ha detto Armanda Salvucci al termine dell’evento –. C’è stato un via vai continuo per tutta la giornata e la mostra ha ricevuto tantissimi consensi. Hanno partecipato tante persone che venivano dalle realtà più disparate, non necessariamente toccate dal tema della disabilità. Tutti sono rimasti colpiti dalla mostra e qualcuno ha sottolineato che alcune tavole facevano proprio ridere, mentre altre facevamo riflettere. La mostra comunque non si ferma qui, ma la porteremo in altri spazi e in altre città”.

mostra sensuability 2

Secondo classificato è stato, invece, Daniele d’Italia con una tavola su una bellissima donna senza gambe e le sue protesi super sexy. Mentre il terzo premio ex aequo se lo sono aggiudicate Isabella Passannante e Flavia Cuddemi, che hanno rappresentato entrambe una scena di coppia. A nominare i tre vincitori è stata una giuria qualificata presieduta dal maestro del fumetto erotico Milo Manara, che ha anche realizzato una tavola espressamente per il progetto. Mentre altre illustrazioni sono state donate da altri artisti, come Fabio Magnasciutti, Mauro Biani, Frida Castelli, Stefania Infante, Cecilia Roda, Frad, Luca Modesti, Pietro Vanessi, Luca Enoch e Marco Gava Gavagnin. “Sono rimasta molto impressionata dalla disponibilità degli artisti che hanno donato le opere – ha commentato Armanda Salvucci –. Mi ha colpito la generosità e l’immediata disponibilità con cui hanno aderito al progetto. È stato davvero fantastico”. (ap)

© Copyright Redattore Sociale