1 luglio 2022 ore: 16:19
Disabilità

“Stellina alla conquista del suono”: a Treviso apparecchi acustici donati a bambini sordi

L’Associazione Alto Volume ha raccolto 22 mila euro che saranno destinati all’acquisto di apparecchi acustici da destinare a bambini affetti da sordità le cui famiglie si trovino in condizioni di difficoltà economiche. La somma raccolta è frutto di due differenti donazioni: 12 mila euro sono stati elargiti dall’Associazione nazionale artigiani pensionati (Anap) di Treviso, i restanti 10 mila dall’Associazione “Per mio figlio”

VENEZIA - “Una società a misura di ognuno è una società in cui tutti ne guadagnano perché anche noi che oggi stiamo bene potremmo avere bisogno di quegli accorgimenti necessari alle persone che vivono con varie forme di disabilità. Insieme alle azioni prettamente sanitarie, la sfida è continuare a mettere insieme le istituzioni con il terzo settore, come sta facendo questa iniziativa che ho il piacere di tenere a battesimo”. Con queste parole l’assessore alla Sanità e alle Politiche sociali della regione Veneto, Manuela Lanzarin, ha partecipato a Treviso alla presentazione della donazione nell’ambito del progetto “Stellina alla conquista del suono”. Grazie ad essa, l’Associazione Alto Volume ha raccolto 22 mila euro che saranno destinati all’acquisto di apparecchi acustici da destinare a bambini affetti da sordità le cui famiglie si trovino in condizioni di difficoltà economiche. La somma raccolta è frutto di due differenti donazioni: 12 mila euro sono stati elargiti dall’Associazione nazionale artigiani pensionati (Anap) di Treviso, i restanti 10 mila dall’Associazione “Per mio figlio”. I bimbi destinatari della donazione saranno di età compresa tra 0 e 12 anni, affetti da sordità perlinguale o ipoacusia.

“Si tratta di un progetto che ritengo estendibile a livello regionale perché quando ci sono progettualità che nascono dal territorio – prosegue l’assessore – la Regione è sempre molto attenta a creare le giuste sinergie. È chiaro che la sordità, soprattutto per i giovanissimi in età scolare, diventa una barriera culturale. Nell’abbattimento delle barriere che ostacolano la vita delle persone con disabilità abbiamo fatto passi da gigante. Nostro è l’onere di agire con lo stesso impegno anche in questo ambito. Ben sapendo che ogni intervento di questo tipo è un sostegno per le famiglie; soprattutto per quelle che non potrebbero garantire lo stesso livello di qualità della vita”.

I criteri di selezione dei destinatari degli apparecchi acustici e degli ausili tecnologici ad essi collegabili dovranno rispondere a un protocollo d’intesa redatto dall’Associazione Alto Volume, in accordo con i donatori e con la supervisione del direttore generale dell’Ulss 2, che ha facilitato la creazione della rete tra le associazioni e fornitori degli ausili protesici.

Il progetto “Stellina alla conquista del suono”, nel cui ambito la donazione si inserisce, è stato promosso dall’Associazione Alto Volume con il patrocinio del Comune di Treviso e ha preso avvio nell’aprile 2019. L’iniziativa, suddivisa in quattro parti, è stata pensata come un lavoro di ricerca mirato alla progettazione di una comunicazione esperienziale multisensoriale, basata su un linguaggio capace di applicare nuove tecnologie di comunicazione come lo storytelling.
© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news