17 giugno 2014 ore: 14:04
Giustizia

“Trame”, torna il festival dei libri sulle mafie

In programma da domani a domenica a Lamezia Terme. Tra gli ospiti scrittori, magistrati, musicisti, giornalisti, registi. Da Antonio Ingroia a Nando Dalla Chiesa, da Claudio Fava a Mimmo Calopresti
“Trame”, festival dei libri sulle mafie. IV edizione

LAMEZIA - Le mani sulla città. E’ questo il tema della quarta edizione di “Trame”, il festival dei libri sulle mafie  in programma a Lamezia Terme  da domani a domenica prossima. La kermesse culturale, promossa dalla Fondazione Trame e dall’Ala ( Associazione antiracket Lamezia), anche quest’anno presenta un programma ricco, per accontentare un pubblico sempre più attento e preparato alla tematica “criminalità e antimafia”. Oltre quaranta gli appuntamenti in cui si dibatterà di libri che parlano di mafia ma anche di cultura della legalità. Il festival è stato presentato stamane in conferenza stampa a Lamezia dal direttore artistico Gaetano Savatteri e da Armando Caputo, presidente dell’Ala; all’incontro con la stampa locale è intervenuto anche il sindaco di Lamezia Gianni Speranza. A discutere dei vari testi  ci saranno scrittori, magistrati, musicisti, giornalisti, ed anche registi ed attori. Con “Le mani sulla città”, il direttore artistico Gaetano Savatteri e gli organizzatori del festival si sono voluti ispirare al film del regista Francesco Rosi del 1963.

“Il festival Trame è il primo evento culturale in Italia dedicato ai libri sulle mafie – rimarcano i promotori dell’iniziativa -  Dal cuore della Calabria arriva la voglia di denuncia e di risveglio delle coscienze contro lemafie. Nel variegato calendario di Trame, ci sono workshop, laboratori, concorsi e incontri con gli autori coinvolti in prima persona nella lotta alleorganizzazioni criminali nel nostro paese. Trame Festival è la voce di un'Italia che non vuole restare in silenzio”.  Per questa edizione, l’obiettivo è quello di creare un focus sul fenomeno delle espansioni delle mafie nelle grandi città come Milano, Roma, Napoli ed altri grandi centri italiani. Su questa complessa problematica, sempre più attuale, gli ospiti offriranno diverse chiavi di lettura del fenomeno illustrando le varie posizioni del mondo dell’antimafia.

Gaetano Savatteri e Armando Caputo, hanno ringraziato tutti coloro che hanno sostenuto nei mesi scorsi e continuano ancora a dare il proprio contributo  alla campagna di crowdfunding “#iosotengotrame e tu?” che ha permesso di aver i fondi necessari per realizzare conceretamente l’iniziativa. La forte recessione economica, infatti, ha fatto venir meno molti contributi da parte degli enti.

Il sindaco di Lamezia, Gianni Speranza, ha ribadito l’importanza della kermesse giunta alla quarta edizione, un’iniziativa di successo che ha avuto e continua ad ottenere riscontro a livello nazionale. Un festival che Lamezia rivendica a pieno titolo. Il presidente dell’ordine dei giornalisti della Calabria, Giuseppe Soluri, ha annunciato che sono stati scelti quattro appuntamenti del programma a cui i giornalisti potranno partecipare ed ottenere alcuni crediti, ormai obbligatori per la formazione continua.

Tra gli ospiti di questa quarta edizione spiccano i nomi di magistrati  da sempre in prima linea contro il crimine organizzato come Nicola Gratteri, Michele Prestipino, Vincenzo Lombardo, Antonio Ingroia, Giancarlo Caselli. Tra gli esperti del fenomeno mafioso, Enzo Ciconte e Francesco Forgione, Nando Dalla Chiesa. A “Trame4” parteciperanno tanti giornalisti e scrittori tra cui Marco Travaglio, Claudio Fava, Sergio Rizzo, Carmine Abate, Raffaella Calandra; ha assicurato la sua presenza il regista Mimmo Calopresti insieme ad altri esponenti del cinema impegnato d’autore. Al festival ci sarà anche Maria Carmela Lanzetta che, l’anno scorso, aveva partecipato in qualità di sindaco antimafia della cittadina di Monasterace e che, per l’edizione 2014, torna invece come ministro per gli Affari regionali. La kermesse, anche quest’anno, si arricchisce di altre iniziative come i laboratori “Il videotaccuino del cronista”, “Saranno mafiosi. I boss nella fiction”, “Stree Art Event. Arte urbana contro le mafie”, destinati ai giovani.

In programma anche il concorso fotografico “Le mani sulla tua città”, ispirato al film di Rosi e al tema del festival. Durante “Trame4” saranno proiettati i filmati vincitori del premio speciale “Libero Grassi”, ideato da Cooperativa Solidaria onlus e promosso da Confcommercio - commissione Legalità e Sicurezza. L’edizione 2014 del festival dei libri sulle mafie, potrà contare anche quest’anno sull’apporto di decine di volontariprovenienti da tutta Italia. Giovani e giovanissimi che, già per le passate edizioni, hanno garantito un contributo prezioso per la buona riuscita della manifestazione. Gli organizzatori sono convinti che, anche per “Trame4”, la presenza dei volontari costituirà quel valore aggiunto per infondere alla kermesse grande entusiasmo e fortissima passione. (msc)  

© Copyright Redattore Sociale