10 dicembre 2014 ore: 17:10
Giustizia

"Vernissage": parte la raccolta fondi per tinteggiare le celle della Dozza

Giovedì 11 dicembre all’Arena del Sole di Bologna al via la campagna di sottoscrizione per acquistare i materiali necessari durante l’anteprima a inviti di “Nessi”, lo spettacolo di Alessandro Bergonzoni in scena dal 12 al 21 dicembre
Imbianchino, pittura muri

BOLOGNA – Riparte la raccolta fondi per ‘Vernissage’, l’iniziativa promossa da Alessandro Bergonzoni, Roberto Morgantini, Riccardo Rodolfi e Mattia Fontanella per realizzare interventi di tinteggiatura all’interno del carcere della Dozza. Giovedì 11 dicembre all’Arena del Sole, in occasione dell’anteprima a inviti dello spettacolo “Nessi” di Alessandro Bergonzoni, sarà possibile sottoscrivere una donazione per l’iniziativa. Chi vuole può donare anche nei giorni successivi: lo spettacolo sarà in scena dal 12 al 21 dicembre. “La campagna è partita 2 anni fa per rispondere alla situazione di emergenza delle carceri italiane e per la necessità della società civile di intervenire fisicamente e intellettualmente all’interno dei luoghi di detenzione”, racconta Morgantini. 

‘Vernissage’ (verniciatura) è l’inaugurazione di una mostra. Il perché di questa scelta lo ha spiegato Alessandro Bergonzoni: “Con questo titolo vorremmo ‘mostrare’ e dimostrare. Mostrare il carcere perché il ‘chi è dentro è dentro e chi è fuori è fuori’ non ha più sensi. Vorremmo essere artisti insieme ai reclusi, e anche ‘critici’, per iniziare materialmente a ‘dipingere’ sbarre muri e locali (con una vernice scoprente), e far vedere quello che non si deve vedere e non si vuole, ma è. Dimostrare come al di là del cavalcare cronaca e attualità, si debba cominciare a considere il carcere una prolusione del corpo di una cità e dell’essere, reo e non reo”.  

Avviata due anni fa, la campagna ha portato alla realizzazione di diverse iniziative di solidarietà tra cui una partita di calcio a Zola Predosa, con il patrocinio del Comune, e una cena di finanziamento, e ha portato nel maggio del 2012 una ventina di persone dentro la Dozza con pennelli, vernici e igienizzanti per iniziare la tinteggiatura. I fondi raccolti con la sottoscrizione dell’11 dicembre e dei giorni successivi saranno utilizzati per acquistare la vernice dall’azienda Masibo di Zola Predosa, azienda che, come ha spiegato Morgantini, “ha già annunciato di raddoppiare la cifra raccolta, a dimostrazione della sensibilità verso certi temi”.  

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news

in calendario